Delitti senza castigo

Letto da: William Angiuli
Durata: 6 ore e 16 min
4 out of 5 stars (66 recensioni)
Dopo 30 giorni EUR 9,99/mese

Sintesi dell'editore

Bologna, anni Novanta. Una serie di crimini si sussegue a un ritmo inspiegabile, tanto che Sarti Antonio non riconosce più la sua città. Quando Settepaltò, chiamato così perché indossa un numero spropositato di cappotti l'uno sopra l'altro, viene massacrato di botte, il questurino decide di non archiviare il caso.

Che senso ha picchiare a sangue un poveraccio che vive di stenti e non ha mai dato fastidio a nessuno? Forse rovinava l'estetica dei portici, o forse ha fatto o visto qualcosa che non doveva? Le ricerche spingono il sergente prima sui colli, a villa Rosantico - la cui soffitta Settepaltò ha da poco sgomberato - dove la bella Elena regala sorrisi enigmatici; poi addirittura lontano da Bologna, fino in Calabria: è la sua prima indagine "fuori casa".

Testardo come pochi, Sarti Antonio arriverà a scoprire un terribile delitto, una verità che mai avrebbe immaginato. "La fortuna di Bologna è che nessuno si prende la briga di scavare nel suo passato, nel suo presente e nel suo futuro. Nessuno, o quasi, va a rimescolare nei suoi rifiuti. Sarti Antonio, sergente, per il suo mestiere e controvoglia, è costretto a farlo".

©2019 Einaudi (P)2019 Einaudi

Cosa ne pensano gli iscritti

Valutazione media degli utenti

Generale

  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    22
  • 4 stelle
    23
  • 3 stelle
    15
  • 2 stelle
    5
  • 1 stella
    1

Lettura

  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    25
  • 4 stelle
    20
  • 3 stelle
    11
  • 2 stelle
    3
  • 1 stella
    4

Storia

  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    20
  • 4 stelle
    29
  • 3 stelle
    10
  • 2 stelle
    4
  • 1 stella
    1

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 26/05/2019

interpretazione buona ma scivola su errori

attenzione alla lettura!!! VIII agosto si legge ' otto agosto', non 'ottavo agosto'... anche la pronuncia del nome del capitano di Moby Dick è da rivedere!

4 people found this helpful

  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • Claudia
  • 25/05/2019

Lettore sbagliato

Quando si sceglie una interpretazione sbagliata, come in questo caso, la trama ne risente.
Il lettore interpreta i personaggi usando voci degne di un libro di pirati per bambini. Inascoltabile.

4 people found this helpful

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 29/06/2019

Pasticciaccio calabro-emiliano

Il libro non è male, né dei migliori, ma in pratica sono tre racconti nel racconto, con poco amalgama, poca continuità, improvvisi spostamenti su territori e epoche differenti e un senso generale di confusione. Anche nel linguaggio lo stile passa facilmente dal colloquiale al reportage, dal colto al semplice. In alcuni punti scorre gradevolmente, in altri a fatica.

2 people found this helpful

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Marco
  • 23/05/2019

Ma come si fa

Ma come si fa a far leggere un libro con accenni al dialetto locale ad uno che non lo è. E che sbaglia l’accento sui nomi. Es. Savèna invece di Sàvena. Saluti.

4 people found this helpful

  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Federica Besutti
  • 22/05/2019

Lettura pessima

Peccato per il giallo di Macchiavelli, il lettore è insopportabile con le sue “vocette”. Non son riuscita a finirlo nonostante l’autore mi piaccia.

4 people found this helpful

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Maura
  • 21/07/2019

Giallo interessante tra passato e presente

Trama interessante (tra passato e presente).e molto ben narrato. Peccato solamente per la voce di Sarti che, a tratti, ricorda quella dell'orso Yogi. Probabilmente è anche giusta per il tipo di personaggio, ma suona un po' eccessiva

1 person found this helpful

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 24/08/2019

piacevole

è una storia carina, a tratti un po' noiosa. Divertente l'ironia con cui viene narrata. buona anche l'interpretazione anche se il narratore sbaglia i nomi dei luoghi e delle piazze (abito in quei luoghi quindi sono sicura di ciò che dico!!)

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Misolmaria
  • 12/08/2019

Impunità

Bello e soprattutto interessante, per quelle conseguenze invisibili dell'ultima guerra, che in nome di una riconciliazione politica e sociale, sono state coperte dell'impunità.