Vantaggi dell'abbonamento

Sintesi dell'editore

Esistono ancora gli eroi veri, quelli che non cercano gloria e non sventolano bandiere, capaci di menare le mani, ma anche di insospettabili gesti di tenerezza? C'è un uomo sulle strade d'America, un duro dal cuore giusto, che ha deciso di tagliare i ponti con il passato e di vivere alla giornata, senza lavoro fisso, senza domicilio conosciuto. C'è e si chiama Jack Reacher, ex maggiore della polizia militare e un grande fiuto per trovare i problemi, per poi risolverli.

M.E. Froelich, ex collega e amante di Joe, il fratello di Jack morto in servizio anni prima ha bisogno di lui. La donna ha l'incarico di proteggere il vicepresidente degli Stati Uniti, Brook Armstrong, e propone a Reacher di mettere alla prova l'efficacia delle misure di sicurezza, tentando di organizzare un attentato. Un compito impossibile per chiunque, ma non per lui. Ma è solo una simulazione quella che gli si chiede, o c'è davvero qualcuno che ha intenzione di uccidere il vicepresidente?

Un emozionante romanzo d'azione, ma anche di sentimenti veri, che appassionerà i già numerosi fan di Jack Reacher e farà conoscere a chi lo incontra per la prima volta il fascino di un personaggio di enorme successo in tutto il mondo.

©2006 Longanesi (P)2019 Adriano Salani Editore

Il miglior autore contemporaneo di narrativa crime.
-- Haruki Murakami

Jack Reacher è assolutamente irresistibile.
-- The Observer

Jack Reacher è uno dei personaggi più affascinanti tra quelli in circolazione.
-- Stephen King

Cosa pensano gli ascoltatori di A prova di killer

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    199
  • 4 stelle
    95
  • 3 stelle
    39
  • 2 stelle
    7
  • 1 stella
    4
Lettura
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    244
  • 4 stelle
    51
  • 3 stelle
    15
  • 2 stelle
    4
  • 1 stella
    2
Storia
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    158
  • 4 stelle
    90
  • 3 stelle
    50
  • 2 stelle
    8
  • 1 stella
    8

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Lucia
  • 14/10/2019

Odioso e pieno di sé

Reacher non si smentisce mai. Sbruffone, auto celebrativo, pieno di sé in ogni momento per qualsiasi ragione. Fastidioso. Un particolare plauso a Ruggero Andreozzi che riesce a rendere persino piacevole l'ennesimo "Reacher-polpettone" (e molti altri di Lee Child), con la sua bravura nella lettura e nel dare tono a 15 ore di Reacher-chiacchiere sul tipo "Oh mamma quanto sono figo, oh mamma quanto sono bravo, oh mamma ma quante ne so.......". Se è vero che chi si loda si imbroda, allora Reacher si è addirittura GLASSATO. Sa tutto lui, capisce tutto solo lui, solo lui fa le cose fatte bene, ha provato qualsiasi arma esistente al mondo.....non si regge. Il problema è che Andreozzi legge davvero da Dio, quindi ogni libro di Child lo inizio pensando che forse non è così male come gli altri, ma ogni volta mi trovo al punto di pensare le stesse cose : ma che palle sto "Infallibile onniscente Reacher!!!" Bella la trama, ma il protagonista è veramente odioso.

4 people found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Tony
  • 18/08/2019

un po' diverso...

Di tutta la serie questo è il più psicologico... c'è meno azione e più ragionamento.

3 people found this helpful

  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 12/10/2019

Uno Stillicidio!

Detesto non arrivare fino alla fine di un libro, ma questa volta é stata dura.

2 people found this helpful

  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • Gabriele
  • 07/10/2019

Nah!

Un protagonista davvero improbabile. È impensabile che un militare abbia tutte queste conoscenze di psicologia criminale e soprattutto di linguista. Andiamo, siamo seri, quale militare sa cosa sono le consonanti fricative! E poi proprio non digerisco che sia un personaggio così stereotipato, prototipo del duro ex ufficiale che ha sempre ragione e non sbaglia mai su nulla, su una valutazione, un giudizio o un confronto a fuoco. Neanche fosse l'unico al mondo a saper sparare tenendo una pistola dalla parte corretta.

1 person found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Francyscos
  • 24/09/2019

Ottimo libro

Il primo libro che ha portato al successo Lee Child rimane ancora forse il più bel libro dell’auture che abbia mai letto. Suspense e descrizione del dettaglio sono sue caratteristiche fondamentali, talmente importanti che ti rapiscono ad ogni parola, un turbinio di emozione, tensione e ansia che ti trasportano sino alla fine del libro. Anche il narratore Ruggero Andreozzi rimane attualmente il migliore che io abbia potuto sentire nei vari libri Audible finora ascoltati. Che Il libro venga letto in cartaceo o venga ascoltato con narratore rimane a parer mio un capolavoro del genere triller!

1 person found this helpful

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Edo
  • 23/08/2019

Il peggior Jack Reacher

Nel complesso piacevole ma non all'altezza degli altri libri della saga del mitico Jack. interpretato sempre in maniera magistrale

1 person found this helpful

  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • giovanni maria de bonis
  • 20/11/2020

banale

scontato, prolisso, tempo sprecato il peggiore che abbia scritto. fosse stato di 20 pagine .....

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Pier
  • 14/11/2020

È Child..

Con Child si sa che cosa aspettarsi, e qui siamo in linea con le attese: soliti pregi e soliti difetti. In particolare, in questo libro, ho trovato più fastidiosi del solito la sua pedissequa mania per la descrizione di dettagli e particolari assolutamente superflue, i personaggi stereotipati (nonostante i volenterosi quanto patetici tentativi di attribuire loro una profondità emotiva), e certe invenzioni che sembrano uscite dalla testa di un bambino di dodici anni che vuole fare colpo sui compagni di scuola (come ad esempio tutta la farraginosa montatura del pollice mozzato e dello squalene), assolutamente disutili alla narrazione. La storia, di per sé, riesce più o meno a reggersi in piedi. Se fossi il suo editor cestinerei almeno un terzo delle pagine, ma forse ci sono, dietro a questo spreco di parole, scelte editoriali mirate ad avere libri belli spessi, con buona pace delle foreste e della pazienza dei lettori. Ottima come sempre la lettura di Andreozzi, per quanto (qui) un po' troppo gigione e nonostante quella (solita) irritante vocetta scema che fa quando dà voce ad un personaggio femminile.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 20/08/2020

È il nostro supereroe!

Il gigante buono americano contro i bulli americani è tornato, e ci sentiamo rassicurati nella lettura. L'intreccio è buono, il giallo anche, l'azione merita. Non è un capolavoro ma uno dei migliori Lee Child, per così dire, di seconda fascia, cioè quelli appena sotto i suoi capolavori. Stile 7 Contenuto 7,5. Media 7+

  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 19/07/2020

Insomma..

Come sempre il lettore è bravissimo, ma Reacher mi sta facendo lo stesso effetto di Kay Scarpetta, è insopportabilmente pieno di sè