Ascolta ora gratuitamente con il tuo abbonamento Audible

Dopo 30 giorni, 9,99 €/mese. Cancella quando vuoi.
Ascolta senza limiti migliaia di audiolibri, podcast e serie originali
Disponibile su ogni dispositivo, anche senza connessione
9,99 € al mese, cancelli quando vuoi
La rapina di via Osoppo – Uomini d'oro copertina

La rapina di via Osoppo – Uomini d'oro

Di: Giuseppe Paternò Raddusa,Elettra Sofia Mauri
Letto da: Mauro Malinverno
Iscriviti - Gratis i primi 30 giorni

Dopo 30 giorni, 9,99 €/mese. Cancella quando vuoi.

  • Riassunto

  • Milano, quando vuol cambiare, dimentica il passato. Quartieri che oggi sembrano di grido, pochi decenni fa erano fatiscenti e abitati da gente umile: sono stati sventrati, ripensati, ri–abitati. Quando ci sono soldi, a Milano, tutto cambia forma. Si cerca l'attuale, per viverlo al meglio. Si sono perse tradizioni, volti, si è perso pure il dialetto.

    Milano Bandita racconta i personaggi del crimine che hanno segnato una città che non esiste più. La ritrovi nelle fotografie d'epoca. In qualche libro, in qualche film. Personaggi che sono stati degli eroi e dei criminali. Quelli della ligéra ma anche i signori più spietati della Mala.

    L'attore Mauro Malinverno conduce un viaggio che passa dalla rocambolesca e cinematografica rapina di via Osoppo alla folle corsa assassina della banda Cavallero, senza dimenticare figure come Vallanzasca, Turatello ed Epaminonda.

    La rapina di via Osoppo – Uomini d'oro

    Milano. Il 27 febbraio 1958 un commando guidato da alcuni banditi assalta un furgone blindato portavalori in via Osoppo. Il mezzo viene assalito da un gruppo di rapinatori che arrivano da contesti differenti, affini tuttavia a un'unico, grande ceppo: quello della ligera, termine in dialetto che racchiude molteplici sfumature della "mala" locale. Il più popolare tra loro si chiama Ugo Ciappina…

    ©2022 Audible Studios (P)2022 Audible Studios
    Mostra di più Mostra meno

Sintesi dell'editore

Milano, quando vuol cambiare, dimentica il passato. Quartieri che oggi sembrano di grido, pochi decenni fa erano fatiscenti e abitati da gente umile: sono stati sventrati, ripensati, ri–abitati. Quando ci sono soldi, a Milano, tutto cambia forma. Si cerca l'attuale, per viverlo al meglio. Si sono perse tradizioni, volti, si è perso pure il dialetto.

Milano Bandita racconta i personaggi del crimine che hanno segnato una città che non esiste più. La ritrovi nelle fotografie d'epoca. In qualche libro, in qualche film. Personaggi che sono stati degli eroi e dei criminali. Quelli della ligéra ma anche i signori più spietati della Mala.

L'attore Mauro Malinverno conduce un viaggio che passa dalla rocambolesca e cinematografica rapina di via Osoppo alla folle corsa assassina della banda Cavallero, senza dimenticare figure come Vallanzasca, Turatello ed Epaminonda.

La rapina di via Osoppo – Uomini d'oro

Milano. Il 27 febbraio 1958 un commando guidato da alcuni banditi assalta un furgone blindato portavalori in via Osoppo. Il mezzo viene assalito da un gruppo di rapinatori che arrivano da contesti differenti, affini tuttavia a un'unico, grande ceppo: quello della ligera, termine in dialetto che racchiude molteplici sfumature della "mala" locale. Il più popolare tra loro si chiama Ugo Ciappina…

©2022 Audible Studios (P)2022 Audible Studios

Altri titoli dello stesso

Cosa pensano gli ascoltatori di La rapina di via Osoppo – Uomini d'oro

Valutazione media degli utenti. Nota: solo i clienti che hanno ascoltato il titolo possono lasciare una recensione
Generale
  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    3
  • 4 stelle
    0
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Lettura
  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    3
  • 4 stelle
    0
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Storia
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    2
  • 4 stelle
    0
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.