Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Food rEvolution, cosa significa? Food rEvolution è un drone che sorvola un campo di mais. Food rEvolution è il naso elettronico che valuta la qualità di un formaggio. Food rEvolution è uno spiedino di millepiedi, una frittura di meduse, ma anche un'ostrica grattugiata. Food rEvolution è il wi fi nel vigneto. Food rEvolution è la lasagna degli astronauti. Food rEvolution è il lettore a infrarossi che seleziona le ciliegie. Food rEvolution è la merendina di cui mangi anche la carta che la avvolge. Food rEvolution è il biocarburante ottenuto dal letame. Questa avventura fatta di racconti, esperienze innovative e casi di successo descrive un futuro prossimo. Le innovazioni tecnologiche stanno cambiando il mondo dell'agricoltura e dell'alimentazione, in meglio.  

È previsto un aumento costante della popolazione fino a 9 miliardi di persone intorno al 2050, portando obbligatoriamente a un incremento della produzione di alimenti e a una conseguente pressione sull'ambiente. La scarsità di risorse ci costringe a individuare alternative alimentari valide, per questo la FAO ha lanciato il programma "Edible insects" per promuovere gli insetti come fonte di cibo molto ricca di proteine, vitamine e aminoacidi. Gli allevamenti di insetti, inoltre, hanno un basso impatto ambientale: producono una quantità minima di gas serra. Le alternative, dunque, ci sono e vanno regolamentate a livello europeo, come ci raccontano Marco Ceriani di Italbugs e Francesco Majno di Crické.  

Nella nostra dieta mediterranea potrebbero entrare millepiedi, scorpioni e camole, ma anche alghe e meduse. Già molti paesi consumano abitualmente queste fonti alternative di sostanze nutritive. Ne parliamo con Antonella Leone dell'Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari del CNR e con Antonio Ida, fondatore di Spireat, start up che produce prodotti a base di alga spirulina.

©2018 Triwù srl (P)2018 Triwù srl

Cosa ne pensano gli iscritti

Valutazione media degli utenti

Totali

  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    8
  • 4 stelle
    0
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Interpretazione

  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    8
  • 4 stelle
    0
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Storia

  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    8
  • 4 stelle
    0
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Ordina per:
  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 14 05 2018

Un tema interessante, di stringente attualità

Faccio i complimenti per la qualità della trasmissione, sia come selezione di tematiche interessanti, sia per la tua conduzione con domande chiare e pertinenti.

  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 23 04 2018

Interessante!

Temi originali trattati con competenza, bravi. La tecnologia applicata al food può regalarci grandi sorprese.

0 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione