Ascolta ora gratuitamente con il tuo abbonamento Audible

9,99 € /mese

Dopo 30 giorni, 9,99 €/mese. Cancelli quando vuoi.
Ottieni accesso illimitato a questo titolo e a una raccolta di oltre 60.000 titoli.
Prezzo esclusivo per i membri di 9,99 EUR o inferiore su un catalogo esteso di audiolibri.
Nessun impegno. Cancella in qualsiasi momento e conserva tutti i titoli acquistati.

Sintesi dell'editore

Le due date hanno segnato la caduta dell'impero romano d'Occidente e la scoperta dell'America, eventi tradizionalmente intesi come l'inizio e la fine del Medioevo. Un'era che già nel nome sconta una sorta di peccato originario: essere una cesura tra la gloria dell'Antichità e lo sfavillio speranzoso del Rinascimento. Non fu così.

Questo saggio si concentra sulla penisola italiana, il fulcro di gran parte delle vicende di quel millennio. L'Italia fu infatti la culla del papato, e al contempo zona di conquiste e cadute di grandi condottieri e imperatori. Divenne in seguito il luogo in cui si manifestò quell'unicum rappresentato dai Comuni.

Terra di mercanti, vide il sorgere delle prime banche, innescando un processo divenuto determinante nei secoli successivi. Dalle lame dei barbari che devastarono l'impero, fino agli splendori della magnificenza medicea, questo libro vi condurrà in un mondo popolato da cavalieri, monaci, monarchi, viandanti, giullari e avventurieri.

Un mondo solo apparentemente lontano, un lungo periodo della storia umana in cui vennero gettate le basi di ciò che sarebbe divenuto l'uomo moderno.

©2019 Newton Compton Editori S.r.l. (P)2021 Audible Studios

Cosa pensano gli ascoltatori di L'incredibile storia del Medioevo

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    13
  • 4 stelle
    2
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Lettura
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    11
  • 4 stelle
    1
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    2
Storia
  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    13
  • 4 stelle
    0
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Rio55
  • 28/06/2021

Pasticcini alla cipolla

Intendiamoci, il libro è enorme, il contenuto è appassionante tanto da rendere piacevoli ore e ore di ascolto. Fa scoprire una serie infinita di avvenimenti che non si conoscono o che a scuola si sfioravani, per cui sono rimasti nella memoria solo nomi come Rotari o Teodorico. Niente da dire su questo, il libro è come un cabaret di pasticcini, belli, buoni e variegati. Peccato che ogni tanto un pasticcino riveli un sorprendente e sgradevole gusto di cipolla. Accade quando compaiono errori grammaticali o lessicali che ormai accetto in libri tecnici, scritti da autori che non hanno fatto studi classici, ma incredibili da parte di un umanista. Sentire "di questo ne fecero le spese" o decine di errori nell'uso dei pronomi, oppure sentire usare "redimere" invece di "dirimere", o altri strafalcioni per decine, forse anche più di un centinaio di volte, dà fastidio. Il lettore probabilmente ci mette del suo, perché dire "principi" nel senso di convinzioni quando dal contesto di capisce che si parla di principi nel senso di signori è uno dei tanti errori, ma sembra impossibile attribuirgli tutti quelli disseminati nel libro.

3 persone l'hanno trovata utile

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Elisabetta Passagrilli
  • 12/07/2021

Ricostruzione interessante

Bbelliissima ed interessante ricostruzione stoorica, approfondita e precisa. Anche la lettura è molto piacevole

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Roberto Tagliani
  • 09/06/2021

Testo interessante, errori marchiani nella lettura

Il testo è molto interessante e affronta anche con una certa serietà di argomenti, non solo per divulgare ma anche per approfondire. La lettura è costellata di errori veramente inaccettabili: pronuncia errata di parole anche banali (latine, italiane e in altre lingue), di toponimi e antroponimi, di magistrature, titoli e cariche… Insomma, andrebbe reinciso da capo.

1 persona l'ha trovata utile