Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Come si dà voce ai personaggi di un audiolibro? Come si entra nello spirito di una trama? Sono alcune delle domande che rivolgeremo a chi gli audiolibri li scrive, li pubblica e, soprattutto, li ascolta - attrici, attori, doppiatori e speaker -, in questo podcast che ogni 15 giorni racconterà due audiolibri: una novità uscita da poco e un classico della letteratura, oppure uno dei titoli che hanno appassionato di più gli ascoltatori negli ultimi anni.

Anche a distanza di quasi novant'anni, i gialli di Agatha Christie sono tra i libri più venduti di sempre. Potenza di un grande talento per la scrittura e di una capacità, davvero straordinaria per una donna del suo tempo, di costruire trame complesse e personaggi popolari, resi ancora più affascinanti da un particolare adattamento in audiolibro: una lettura a più voci, simile a un radiodramma.

Anche Lucia Berlin ha attraversato il Novecento ed era dotata di una speciale predisposizione per la descrizione della vita comune in brevi "quadri" narrativi. A differenza di Agatha Christie, però, quando era in vita Lucia Berlin non ha goduto dell'attenzione che avrebbe meritato. Il suo è un successo postumo, esploso anche in Italia con la raccolta "La donna che scriveva racconti", letta in audiolibro da un'interprete originale: la giornalista Concita De Gregorio.

©2019 Audible / IlLibraio.it (P)2018 Audible / IlLibraio.it

Cosa ne pensano gli iscritti

Valutazione media degli utenti

Totali

  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    16
  • 4 stelle
    1
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Interpretazione

  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    15
  • 4 stelle
    1
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Storia

  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    14
  • 4 stelle
    0
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Ordina per:
  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 19 04 2019

grazie mille.

da che vi seguo, veicolate ogni volta la mia attenzione in audiolibri nuovi e sempre più belli ed emozionanti.

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    3 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • OrsoVispo
  • 27 04 2019

Ci sono giallisti molto bravi, meno famosi

Amo il giallo e la suspense. Nei libri di Agatha Christie non c'è suspense, solo la curiosità di sapere chi è l'assassino. Daphne du Maurier, Patricia Highsmith o Cornell Woolrich (tra i tanti) sono autori dai quali Alfred Hitchcock ha attinto per la sua filmografia. Da Agatha Christie, mai. Neanche nella serie di grande successo che conta oltre 200 film TV : Alfred Hitchcock Presents. Il regista inglese era indubbiamente uno che se ne intendeva. Molti anni fa lessi almeno una decina di libri della mitica scrittrice, mi piacque abbastanza: La parola alla difesa e La domatrice. Il tecnicismo è la cifra che contraddistingue la sua scrittura. Lungo il racconto lascia false tracce che portano a sospettare di tutti, questa attenzione esasperata a "nascondere", la cunduce anche a sviluppare trame irrealistiche, ad essere soltanto una onesta inventrice di rompicapo. I suoi, non sono mai racconti che si nutrono di un'idea brillante da portare avanti fino ad un folgorante finale, sono sempre soffocati dalla ricerca di mimetizzare e anche di omettere, poiché a conti fatti, tutti dovranno essere potenziali assassini. Questo è il suo tallone d'Achille, perché i finali con la conseguente rivelazione di moventi lambiccati, artificiosi, risultano banali. Ad ogni modo le riconosco una buona mano nel tratteggiare la psicologia dei personaggi. Però voglio anche dire che se è l'autrice più venduta dopo la Bibbia e Shakespeare non significa che sia stata anche una grande donna di lettere. Hitler e Mao Tse-Tung hanno venduto moltissimo, ma furono pessimi scrittori. Lunga è la lista di grandi poeti e romanzieri che in vita non trovarono un editore. Mi pare buona l'idea del radio dramma che estenderei a molti più libri. Per quanto riguarda il secondo libro, quello di Lucia Berlin l'ho già letto ed è davvero bello. Lo metto in lista e l'ascolterò di nuovo.

1 su 2 utenti hanno ritenuto utile questa recensione