Cuore di riccio

Storia di una piccola maestra che mi ha insegnato il coraggio
Letto da: Daniele Crasti
Durata: 5 ore e 54 min
4.5 out of 5 stars (47 recensioni)
Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Lisa ha vispi occhi scuri, un corpo snello e un bel musetto appuntito. L'hanno trovata boccheggiante in un giardino, probabilmente tramortita da un'auto. Solo Massimo, il veterinario che ha fondato il Centro Recupero Ricci nelle Langhe, può salvarla. Sembra un'impresa disperata, ma né lei né lui si arrendono e dopo una notte di trepidazione, la piccola si rimette in piedi. O quasi, perché il trauma cranico le ha provocato un'emiparesi che l'ha resa disabile.

È giusto tenerla così, sapendo che avrà bisogno di cure costanti e non potrà riassaporare la libertà? E cosa fare con Musetta, sfigurata da un tosaerba? O Ditina, nata senza le zampe posteriori?

Massimo non ha dubbi: la vita è vita e va preservata, soprattutto se dimostra tanta ostinazione. Da quel momento Lisa e gli altri diventano i suoi compagni inseparabili: nelle lunghe ore per accudirli, nelle veglie dopo l'ennesima crisi, i riccetti gli insegnano la pazienza, l'empatia e la dolcezza racchiusa nei piccoli gesti. Una lezione che si rivelerà preziosissima: quando sarà la madre ad ammalarsi, Massimo riuscirà piano piano a superare i contrasti e le incomprensioni, ritrovando la tenerezza che li ha sempre legati.

In questo audiolibro l'autore di "25 grammi di felicità" affronta con coraggio le pieghe controverse dell'affetto e della dedizione, dimostrando che gli animali, nella loro semplicità, hanno una visione più immediata e pulita di noi e possono aiutarci a riscoprire la vita nella sua essenza.

©2018 Sperling & Kupfer (P)2020 Sperling & Kupfer

Cosa pensando gli ascoltatori di Cuore di riccio

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    30
  • 4 stelle
    9
  • 3 stelle
    5
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    2
Lettura
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    20
  • 4 stelle
    9
  • 3 stelle
    7
  • 2 stelle
    5
  • 1 stella
    4
Storia
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    29
  • 4 stelle
    11
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    2

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    2 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Orizzonti E.
  • 17/06/2020

Noioso

É soggettivo ma questo lettore è molto noioso.. non trasmette pathos e quindi più di tanto non si apprezza il racconto. Volevo arrivare comunque fino in fondo e l'ho fatto ma non é un libro che consiierei

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Maria
  • 09/06/2020

Amore per il creato. Non sempre avvincente.

un buon punto di vista anche per gli scettici, per chi non capisce il valore dell'amore agli animali e alla natura.
interessante per gli amanti dei ricci, per conoscerli un po' di più.
Narrazione poco fluida sia per il testo sia per la lettura.
non so se lo consiglierei. ma mi riservo di leggere anche altri libri dell'autore.

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Rosanna
  • 06/04/2020

Tenero

Una dolce e delicata narrazione. Sentimenti di cui troppo poco si parla. Si legge rapidamente

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 15/03/2020

nel mondo dei ricci

libro interessante, istruttivo e commovente, scritto in modo scorrevole e semplice che ci conduce in un mondo spesso sconosciuto, quello dei ricci, piccole creature docili ed indifese che, per mano dell'uomo, si stanno estinguendo. l'autore ci rende partecipi delle sue emozioni, sensazioni e paure provate nel suo rapporto con questi animaletti bisognosi d'aiuto. Contemporaneamente e parallelamente emerge tra queste pagine anche una figura femminile, quella della madre, con cui l'autore ha un profondo rapporto d'affetto.