Come nasce un piatto: L'ispirazione in cucina

La versione di Cracco
Letto da: Carlo Cracco
Durata: 21 min
3.5 out of 5 stars (10 recensioni)
Dopo 30 giorni EUR 9,99/mese

Sintesi dell'editore

Carlo Cracco è entrato in cucina quand'era ragazzo, e da allora non ne è più uscito. Stregato da quel mondo fatto di grembiuli, disciplina e pentole fumanti, ha fatto della cucina la propria vita.

Oggi che il ragazzo è diventato uno chef apprezzato in Italia e nel mondo, è proprio la sua voce a raccontarci ingredienti, viaggi ed esperienze uniche. In questa serie di 15 racconti da 20 minuti è possibile esplorare un vero e proprio backstage gastronomico, dove i ricordi dello chef si intrecciano a letture, canzoni, film e aneddoti unici. Più di tutto, la Versione di Cracco è una storia d'amore; quella per un mestiere fatto di mani, testa e cuore, che parla una lingua universale, nutrita di curiosità e passione.

Come nasce un piatto? La domanda è legittima, la risposta è sfuggente. Di sicuro l'ispirazione è misteriosa e imprevedibile. Può essere un ricordo, un assaggio, un colore. Da lì nasce un viaggio, che è fatto di ricerca e sperimentazione; di tante prove e di ancor più numerosi errori. E non è detto affatto che la strada sia breve.


>> Questo podcast vi è offerto in esclusiva per Audible ed è disponibile solamente in formato audio digitale.
©2018 Audible Studios (P)2018 Audible Studios
Cosa ne pensano gli iscritti
Valutazione media degli utenti
Generale
  • 3.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    4
  • 4 stelle
    1
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    1
Lettura
  • 3 out of 5 stars
  • 5 stelle
    2
  • 4 stelle
    1
  • 3 stelle
    4
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    2
Storia
  • 3.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    3
  • 4 stelle
    2
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    1

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 04/06/2018

noioso

Molto arrogante, parla di se stesso come 'parola di Cracco', non cambia mai il tono