Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

A Lansquenet, quieto villaggio al centro della Francia, la vita scorre placida. Un po' troppo placida: è una comunità chiusa, dove sono rimasti soprattutto anziani contadini e artigiani, dominata con rude benevolenza dal giovane curato Francis Reynaud. È martedì grasso - una tradizione pagana avversata dalla chiesa - quando nel villaggio arrivano Vianne Rocher e la sua giovane figlia Anouk. 

La donna è assai simpatica e originale, sexy e misteriosa, forse è l'emissaria di potenze superiori (o magari inferiori). Vianne rileva una vecchia pasticceria, ribattezzata "La Celeste Praline", che ben presto diviene - agli occhi del curato - un elemento di disordine. Anche perché Vianne non frequenta la chiesa ma inizia ad aiutare a modo suo chi si trova in difficoltà: il solitario maestro in pensione Guillaume, l'adolescente ribelle Jeannot, la cleptomane Josephine, l'eccentrica Armande.

Ben presto il tranquillo villaggio diventa più disordinato, ribelle e soprattutto felice. E lo scontro tra Benpensanti e Golosi, tra le delizie terrestri offerte da Vianne e quelle celesti promesse da padre Reynaud, tra Carnevale e Quaresima, diventa inevitabile. 

"Chocolat" è un romanzo pieno di vita, frizzante e divertente; ricco di personaggi indimenticabili e ricette paradisiache. Vianne Rocher è una protagonista di travolgente simpatia: una donna che sa gustare i piaceri dell'esistenza, e che soprattutto sa farli apprezzare agli altri.

©1999 Garzanti (P)2018 Adriano Salani Editore

Cosa ne pensano gli iscritti

Valutazione media degli utenti

Generale

  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    15
  • 4 stelle
    15
  • 3 stelle
    5
  • 2 stelle
    7
  • 1 stella
    0

Lettura

  • 2.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    4
  • 4 stelle
    9
  • 3 stelle
    10
  • 2 stelle
    3
  • 1 stella
    13

Storia

  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    12
  • 4 stelle
    16
  • 3 stelle
    8
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    0
Ordina per:
  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Giulia
  • 28/12/2018

Bello il romanzo. Peccato per la lettura.

Un bellissimo romanzo, molto ben scritto, accattivante e avvincente. Le descrizioni sono affascinanti e sembra quasi di riuscire a sentire i profumi e i sapori della pasticceria.
Purtroppo però l'interpretazione piatta, senza sentimento e senza trasporto, rompe tutta la magia del romanzo. Ci sono punti dove non si riescono quasi a distinguere i dialoghi tra i vari personaggi.
Sono riuscita ad arrivare alla fine a fatica.
Peccato davvero.

7 su 8 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Gioia
  • 31/12/2018

Enfasi

La narratrice nel leggere il testo, ha la stessa "enfasi" che ho io, quando sono costretta, ad ascoltare le domande impertinenti dei parenti, durante il pranzo di Natale. Il libro merita, ma perde molto a causa della non interpretazione della narratrice.

5 su 6 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Wilma
  • 07/01/2019

Dolce e trasgressivo

Il libro è fluido e scorrevole, dolce e trasgressivo come il cioccolato che tira fuori dai suoi personaggi tutto il buono e il cattivo .
Pessima lettura e interpretazione. Peccato !!!

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 31/07/2019

Sognante

romanzo che in modo lieve dice cose che fanno riflettere molto.
Interessante con dei personaggi dai tratti decisi, netti e vivaci; da ascoltare

  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 20/07/2019

Storia piuttosto ideologica e mediocre

l'ho finito attendendo succedesse qualcosa che facesse uscire il romanzo da un cliché già definito dopo le prime pagine. Non è successo.
Interpretazione davvero modesta: non va oltre ad una lettura decente.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    2 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • beatrice
  • 05/07/2019

Interpretazione incerta

Ho fatto molta fatica ad ascoltare, la lettura e l’interpretazione sono ruvide, piene di incertezza. Come se venisse letto per la prima volta in sede di registrazione. Ero molto affezionata ad Irene Grazioli, quando si aveva il piacere di vederla sullo schermo televisivo, ma in questo suo lavoro non ho saputo proprio apprezzarla.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Elisa Mazzoni
  • 29/04/2019

L'interpretazione mi ha convinto pian piano

La voce non convince subito con l'interpretazione, ma piano piano ti avvolge e ti fa sentire la bellezza di questa storia.

  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Endimione
  • 17/03/2019

Bel romanzo, brutta interpretazione

Adoro da sempre la Harris e mi è piaciuto risentire questa storia. Ma che fatica!!! L'interpretazione di questa lettrice rende il contenuto piatto, anonimo e senza pathos. Davvero un peccato.

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Francesca S.
  • 21/02/2019

bello, ma...

libro coinvolgente, ma la narratrice ha un accento troppo marcato e spesso è inespressivo. peccato

  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
  • Valeria Malagò
  • 19/01/2019

Noioso

Non sono riuscita ad andare oltre il capitolo 5, quindi non saprò mai se decolla prima o poi.
La storia viene raccontata dal punto di vista della protagonista e poi intervallata da monologhi del prete del paese di una cattiveria disarmante, davvero fastidiosi.
Peccato perché l'idea era carina!