Ascolta ora gratuitamente con il tuo abbonamento Audible

9,99 € /mese

Dopo 30 giorni, 9,99 €/mese. Cancella quando vuoi.
Ascolta senza limiti migliaia di audiolibri, podcast e serie originali
Disponibile su ogni dispositivo, anche senza connessione
9,99 € al mese, cancelli quando vuoi
Acquista ora a 3,95 €

Acquista ora a 3,95 €

Paga usando carta che finisce per
Confermando il tuo acquisto, accetti le Condizioni d'Uso di Audible e l'Informativa sulla Privacy di Amazon. Tasse dove applicabili.

Sintesi dell'editore

Franz Hartmann, medico occultista, geomante, e teosofo, in questo audiolibro descrive in modo romanzato molte convinzioni teosofiche. L'avventura di cui si parla è ovviamente un'avventura spirituale, in cui il protagonista incontra un Adepto che lo istruisce sui temi principali della Teosofia, in particolare il Laboratorio Alchemico.

©1948 public domain (P)2019 Silvia Cecchini

Cosa pensano gli ascoltatori di Un'avventura tra i Rosacroce

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    16
  • 4 stelle
    4
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    0
Lettura
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    12
  • 4 stelle
    5
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    3
  • 1 stella
    0
Storia
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    16
  • 4 stelle
    3
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    2

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • TIZIANA F.
  • 18/12/2020

un'avventura tra i monti

Per chi ė interessato all'esoterismo ma non solo, affascinante è l' ambientaziione, tra le Alpi bavaresi, un monastero di spiriti eletti che parlano di dominio sulle forze della natura, di transmigrazione delle anime, e di alchimia. Conoscendo poco questi temi, lo considero un vademecum, penso lo leggerò dopo averlo adesso ascoltato. Un solo appunto a Silvia Cecchini (la cui voce mi piace) ma anche ad altri. C''è questa tendenza a dire dèmoni quando dovrebbe essere demòni, insomma i dèmoni non sono i diavoli e qui (ma forse mi sbaglio e è nella Lettera Scarlatta che l'ha usato) si parlava di diavoli a un certo punto. È un uso letteraio, dire dèmoni per diavoli, ma raro, e comunque dà fastidio, a volte confonde.

  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    2 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • marco bianchi
  • 22/04/2020

Concetti triti e ritriti conditi di noia.

visto che l'autore spende interi capitoli nella critica di: falsi profeti, falsi adepti, falsi mistici ecc.ecc. Non mi faccio problemi a giudicarlo un borioso, un vanesio, una persona così convinta della propria ragione da sputare sentenze contro qualsiasi altra opinione che non sia la sua. che tra l'altro è un misto di buddismo ed esoterismo spicciolo. un po' di umiltà non guasterebbe in un essere così illuminato.