Ascolta ora gratuitamente con il tuo abbonamento Audible

Dopo 30 giorni (60 per i membri Prime), 9,99 €/mese. Cancella quando vuoi.
Ascolta senza limiti migliaia di audiolibri, podcast e serie originali
Disponibile su ogni dispositivo, anche senza connessione
9,99 € al mese, cancelli quando vuoi
Senza moscioli né pistole copertina

Senza moscioli né pistole

Di: Marco Apolloni
Letto da: Gerry Gherardi
Iscriviti ora

Dopo 30 giorni (60 per i membri Prime), 9,99 €/mese. Cancella quando vuoi.

Acquista ora a 7,95 €

Acquista ora a 7,95 €

Paga usando carta che finisce per
Confermando il tuo acquisto, accetti le Condizioni d'Uso di Audible e ci autorizzi ad addebitare il costo del servizio sul tuo metodo di pagamento preferito o su un altro metodo di pagamento nei nostri sistemi. Per favore, consulta la nostra Informativa sulla Privacy qua.

I fan di questo titolo hanno amato anche...

La donna di picche copertina
La notte del santo copertina
Il gioco del ragno copertina
Delitto dietro le quinte copertina
Leopardi si tinge di nero copertina
Il sesto indizio copertina
L'illusione del giusto copertina
Grado in fiamme copertina
Una spiegazione logica  copertina
Il suicidio perfetto copertina
Strade insanguinate copertina
L'ultimo pinguino delle Langhe copertina
La fine è ignota copertina
È solo il mio nome copertina
Vivi nascosto copertina
L’ombra della solitudine copertina

Sintesi dell'editore

L'investigatore privato Tarcisio Muzzo è un tipo che o lo si ama o si odia. Smodato, amante degli eccessi, ma sempre genuino e mosso dalla ferrea volontà di spedire nel posto che merita la peggiore feccia in circolazione, sogna di vivere come Magnum P.I., il celebre protagonista dell'omonima serie tv anni Ottanta. La realtà, però, è che le sue giornate scorrono tutte uguali, tra un adolescente disagiato da pedinare e adulteri da cogliere in flagrante. Finché l'indagine sul misterioso suicidio di una giovane universitaria apre scenari inimmaginabili per la tranquilla realtà anconetana.

E così, tra un Rosso Conero e un tuffo nelle acque cristalline del litorale marchigiano, tra epiche abbuffate di moscioli - le prelibate cozze di Portonovo - e capatine al night club, Tarcisio si muove nella sorniona vita di provincia; come un eroe improbabile, dotato però di un sottile acume e una sorprendente profondità, capirà che si nasconde ben altro dietro la morte della ragazza e si addentrerà sempre più nelle pieghe oscure dell’animo umano.  

©2018 Sergio Fanucci Communications Srl (P)2019 Audible Studios

Cosa pensano gli ascoltatori di Senza moscioli né pistole

Valutazione media degli utenti. Nota: solo i clienti che hanno ascoltato il titolo possono lasciare una recensione
Generale
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    10
  • 4 stelle
    3
  • 3 stelle
    7
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    0
Lettura
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    11
  • 4 stelle
    3
  • 3 stelle
    6
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    0
Storia
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    9
  • 4 stelle
    4
  • 3 stelle
    6
  • 2 stelle
    3
  • 1 stella
    0

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
Immagine del profilo di paola
  • paola
  • 30/06/2020

Una narrazione che ti porta dentro il libro

Narrazione splendida che impersona il protagonista rendendolo reale .
Il testo scritto come un colloquio con il lettore ti cala ancor di più nella storia in modo attivo non solo come spettatore

Si è verificato un problema. Riprova tra qualche minuto.

Hai valutato questa recensione!

Hai segnalato questa recensione!

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
Immagine del profilo di Maria R.
  • Maria R.
  • 01/12/2019

Si

Ascolto molto piacevole. Mi piace questo investigatore fuori dai soliti schemi. Ange la lettura,sebbene non impeccabile, è molto gradevole. A presto,spero.

Si è verificato un problema. Riprova tra qualche minuto.

Hai valutato questa recensione!

Hai segnalato questa recensione!

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
Immagine del profilo di ALESSANDRO BALZANI
  • ALESSANDRO BALZANI
  • 04/11/2019

Marco Apolloni... Un mito!!

Un libro scritto e interpretato in prima persona. La storia regge molto bene anche se i personaggi secondari sembrano distanti dalla realtà e fuori dal contesto. Però il racconto è scorrevole e fila liscio fino all epilogo. L interpretazione di Gherardi è maniacale nelle pause e nei sospiri.

Si è verificato un problema. Riprova tra qualche minuto.

Hai valutato questa recensione!

Hai segnalato questa recensione!

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
Immagine del profilo di Lisa
  • Lisa
  • 17/11/2019

Personaggi stereotipati...ma letto bene

Carino...anche se i personaggi sono un po’ macchiettistici. Letto molto bene. Nel complesso così così



Si è verificato un problema. Riprova tra qualche minuto.

Hai valutato questa recensione!

Hai segnalato questa recensione!

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
Immagine del profilo di Cliente Amazon
  • Cliente Amazon
  • 04/11/2019

Senza infamia né lode.

il titolo non faceva presagire niente di eccezionale, la trama lo conferma.
Poca tensione, molta ironia scontata.
Come il finale.
Ottimo lo speaker.

Si è verificato un problema. Riprova tra qualche minuto.

Hai valutato questa recensione!

Hai segnalato questa recensione!

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
Immagine del profilo di Herbie RB
  • Herbie RB
  • 20/01/2024

Senza moscioli né senso del ridicolo

A parte l’uso di termini da sessismo geriatrico (alzabandiera, bel bocconcino, pupattola!) che erano già ridicoli negli anni ‘90, la storia è insulsa, la scrittura mediocre, il finale debole, i personaggi di cartapesta. L’ironia, nel caso l’autore volesse essere ironico, non è sufficiente a sostenere la storia. Il lettore che sospira, espira, inspira ogni tre parole non aggiunge pathos, ma rende il tutto ancor più grottesco.

Si è verificato un problema. Riprova tra qualche minuto.

Hai valutato questa recensione!

Hai segnalato questa recensione!