Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Nella nostra cultura contemporanea intendiamo il picnic semplicemente come una gita piacevole in cui mangiare un gustoso pasto all'aperto, preferibilmente davanti a un bel paesaggio e in compagnia di amici e/o familiari. Quello che forse tutti non sanno è che questa rilassante e spensierata mangiata all'aperto e la condivisione di tempo di qualità con i nostri cari ha le sue radici in epoche molto lontane ed è meno moderno di quanto si creda.

Il picnic si è evoluto dalla tradizione elaborata della festa all'aperto di cui godevano i ricchi e i nobili. Possiamo trovare gli antenati del picnic moderno nelle feste di caccia medievali e nei banchetti rinascimentali in campagna. In Europa, nel corso del XIV secolo, i primi picnic erano infatti feste di caccia. Queste feste prima dell'inizio della caccia erano di particolare importanza e i principali alimenti che si potevano trovare in queste feste erano salumi e dolci da forno.

In questo nostro breve viaggio nella storia del picnic vedremo come è nata la tradizione e quali sono le ricette più adatte a questo tipo di consumazione che, in un modo o nell'altro, non prevedono tavoli, sedie e, a volte, neppure posate. Un viaggio a tutto tondo in un universo gastronomico solo apparentemente di nicchia, dove è possibile dare carta bianca a tutta la propria creatività e condividere con gli altri un pasto in mezzo alla natura, tra gusto e giovialità.
©2017 Area51 Publishing (P)2017 Area51 Publishing

Cosa ne pensano gli iscritti

Non ci sono recensioni disponibili