Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

L'acqua ha sommerso ogni cosa: solo la punta del campanile emerge dal lago. Sul fondale si trovano i resti del paese di Curon. Siamo in Sudtirolo, terra di confini e di lacerazioni: un posto in cui nemmeno la lingua materna è qualcosa che ti appartiene fino in fondo. Quando Mussolini mette al bando il tedesco e perfino i nomi sulle lapidi vengono cambiati, allora, per non perdere la propria identità, non resta che provare a raccontare.

Trina è una giovane madre che alla ferita della collettività somma la propria: invoca di continuo il nome della figlia, scomparsa senza lasciare traccia. Da allora non ha mai smesso di aspettarla, di scriverle, nella speranza che le parole gliela possano restituire. Finché la guerra viene a bussare alla porta di casa, e Trina segue il marito disertore sulle montagne, dove entrambi imparano a convivere con la morte.

Poi il lungo dopoguerra, che non porta nessuna pace. E così, mentre il lettore segue la storia di questa famiglia e vorrebbe tendere la mano a Trina, all'improvviso si ritrova precipitato a osservare, un giorno dopo l'altro, la costruzione della diga che inonderà le case e le strade, i dolori e le illusioni, la ribellione e la solitudine. Una storia civile e attualissima, che cattura fin dalla prima pagina.

>> Questo audiobook in edizione integrale vi è offerto in esclusiva per Audible ed è disponibile solamente in formato audio digitale.

©2018 Piergiorgio Nicolazzini Literary Agency (P)2018 Audible Studios

Cosa ne pensano gli iscritti

Valutazione media degli utenti

Totali

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    808
  • 4 stelle
    228
  • 3 stelle
    54
  • 2 stelle
    11
  • 1 stella
    3

Interpretazione

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    766
  • 4 stelle
    199
  • 3 stelle
    48
  • 2 stelle
    10
  • 1 stella
    5

Storia

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    744
  • 4 stelle
    206
  • 3 stelle
    56
  • 2 stelle
    10
  • 1 stella
    3
Ordina per:
  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Giovanna Degaudenz
  • 08 09 2018

Favoloso

Bellissimo. Letto in maniera magistrale da una grande Viola Graziosi. Sono di Bolzano, nata a Bolzano, vissuta a Bolzano ma questa storia nessuno me l'aveva mai raccontata. 😱

11 su 12 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Cristina
  • 29 09 2018

Resto qui

Bellissimo davvero. Non sapevo niente di quanto è successo in quelle terre, di come la gente che le abitava sia stata sradicata dalle proprie radici. È stato illuminante

10 su 11 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    3 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 25 02 2019

Piacevole, scritto con mestiere

Ambientato in un piccolo paese del sud tirolo, il romanzo attraversa gli anni del secondo conflitto mondiale e quelli del successivo dopoguerra. Il punto di vista è quello degli abitanti di quel piccolo centro dove il tempo si era fermato ad un'età ancestrale ma che improvvisamente si ritrova catapultato nelle follie della storia moderna : l'imposizione della lingua italiana da parte dei fascisti, le ingenue speranze riposte nel nazismo di Hitler, il progresso forzatamente imposto dagli ingegneri della nuova diga che vogliono deviare il corso dei fiumi e sommergere le case...
Scritto con un certo mestiere che poco suggerisce di nuovo, è comunque un libro piacevole che ogni tanto offre anche bellissime immagini e momenti molto intensi.

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    4 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 16 01 2019

sni

storia interessante ma non altrettanto lo stile. Inoltre non mi ha entusiasmata la lettrice. so che molti osannato questo libro ma io l'ho trovato a tratti banale. Non mi ha appassionata e se non fosse stato un audiolibro probabilmente avrei interrotto la lettura.

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    3 out of 5 stars
  • Interpretazione
    3 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • B.M.
  • 10 01 2019

Vale la pena ma non totalmente convincente.

Storia interessante, raccontata con uno stile asciutto, non molto profondo dal punto di vista psicologico ma denso e ispirato quasi per tutto il racconto. Sul finale l’ho trovato eccessivamente carico di drammaticità. Interpretazione funzionalmente monotona e inespressiva, anch’essa troppo enfatica e drammatica verso la finale. Vale comunque la pena visto che si tratta di un pezzo di storia italiana, raccontata da un punto di vista poco conosciuto.

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • marco
  • 10 12 2018

Tutti dovrebbero leggerlo.

Un libro che dovrebbe essere obbligatorio nel programma scolastico di scuola media e superiore . Ti fa vedere e capire la storia come mai prima. Consiglio a tutti di leggerlo, amore, storia, passione, guerra, fede, diritti, odio, felicità, tristezza, amicizia, ecc. tutto. Stupendo. Grazie di averlo scritto.

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Cristiano Vampa
  • 06 12 2018

Un invito al rispetto della Montagna

Non ho mai visto dal vivo il lago di Resia e quel campanile che esce dall'acqua. Se un giorno lo vedrò, non potrò non pensare alla sua storia.
Il libro è molto bello. La narrazione è coinvolgente, in un susseguirsi di eventi che fanno pensare a quanto dura possa essere a volte la vita.
Trina guarda sempre avanti, nonostante tutto. In lei c'è sempre speranza, magari a volte un po' più indebolita, ma pronta a riaffiorare.
Belle le descrizioni della montagna, dei boschi, dei sentieri, della neve.

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Interpretazione
    4 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • arihoney
  • 27 11 2018

Bello, bello, bello

RESTO QUI è un libro assolutamente ben scritto che colpisce per due aspetti fondamentali. Il primo è la sensibilità. Come può un uomo identificarsi così profondamente nel ruolo di madre? Eppure Marco Balzano sembra riuscirci. La storia è scritta in prima persona da Trina, la protagonista, che in una forma ibrida tra lettera e diario, dialoga con la sua figlia scomparsa, raccontandole la storia della sua vita e del suo paese, Curon, attraverso gli eventi del XX secolo.
La seconda è la Storia. L'autore rivela un angolo di storia Italiana tendenzialmente ignorata dai libri di scuola e dalla letteratura in generale, ovvero la seconda guerra mondiale vissuta dal popolo sud Tirolese, emarginato dai Tedeschi e schiacciato dai Fascisti. Il libro mi ha stupito, permettendomi di scoprire una parte del nostro passato che ignoravo totalmente.

Sono contenta di aver ascoltato questo libro, mi ha dato tanto e mi sento di essere cresciuta ancora un po'.

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • gioia tullio
  • 17 11 2018

Una bellissima storia nella storia!

Libro che metterò tra i miei preferiti. Ascoltato piú volte per ripercorrere situazioni e atmosfere che ricordano un passato non troppo lontano del quale faremmo bene a ricordarcene. Un grande Marco Balzano e altrettanto brava Viola Graziosi in un'interpretazione impeccabile!

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 13 11 2018

emozioni e parole

bellissimo e struggente! Mi ha fatto tornare indietro nel tempo, a quando hanno abbattuto la mia casa, insieme ad altre, in una vallata dell'entroterra genovese, per costruire una strada ed un nuovo quartiere di enormi palazzi tra pezzetti di verde rimasto, a testimoniare che lì c'erano prati, vigneti, alberi e vecchie case di gente semplice e di bambini che erano felici di giocare e vivere all'aria aperta.
narrazione superba.
pagine lette magistralmente.
uno scrittore che non conoscevo.

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione