Phantastes

Romanzo di fate per uomini e donne
Letto da: Silvia Cecchini
Durata: 7 ore e 1 min
4 out of 5 stars (5 recensioni)
Vantaggi dell'abbonamento

Sintesi dell'editore

George MacDonald, scrittore di genere fantastico, si dice abbia influenzato Tolkien e Lewis, oltre che rivestire un ruolo importante in ambito teologico, essendo un ministro di culto cristiano scozzese. Lewis (l'autore delle "Cronache di Narnia") lo riteneva addirittura un suo maestro e scrisse che un giorno, leggendo "Phantastes", pensò di aver attraversato una grande frontiera.

"Il Paese delle Fate", di cui narra in questo romanzo, uno dei suoi più famosi, pubblicato nel 1858, è più un luogo dello spirito che un mondo organizzato in una realtà parallela, come nei successivi romanzi del genere fantasy.

Il protagonista, in seguito ad un desiderio, espresso inavvertitamente, di visitare il Paese delle Fate, si trova costretto ad un vero viaggio iniziatico nel suo inconscio personale e collettivo, dove, insieme a dolori passati non elaborati, proiezioni di donne ideali, e incubi presenti e passati espressi in vecchie leggende, rivivrà storie già lette o sognate, e troverà anche le risorse per superare i dolori e le paure e divenire un uomo reale, non più l'eroe idealizzato dalla sua fantasia di ragazzo.

Questa versione è integrale, completa di tutte le poesie, canzoni che sono l'arma più potente per sciogliere ogni incantesimo.

©2018 Silvia Cecchini (P)2018 Silvia Cecchini

Cosa ne pensano gli iscritti

Valutazione media degli utenti

Generale

  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    2
  • 4 stelle
    2
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    0

Lettura

  • 3 out of 5 stars
  • 5 stelle
    2
  • 4 stelle
    0
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    2

Storia

  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    2
  • 4 stelle
    2
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    0

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Marisol B.
  • 10/01/2020

Un racconto molto evocativo...

Ammetto di aver faticato a terminarlo, non tanto per il contenuto che ho trovato interessante ed elegante, direi poetico, ma per la voce narrante che mi zavorrava alla vita reale, invece che trascinarmi nella magia della fantasia.
Ho percepito la lettura troppo distaccata e piatta e per seguire un testo così impegnativo avrei preferito lasciarmi coinvolgere e guidare da una voce immersa nelle visioni e stupita essa stessa per prima di quel mondo fantastico da cui provenivano parole così belle e immagini così sofisticate.
Vuole essere una critica costruttiva, nel pieno rispetto di una professionista che ha comunque preso l'impegno di presentare un libro né semplice, né immediato, seppur molto bello! :)