Orfani bianchi

Letto da: Lorenza Indovina
Durata: 7 ore e 17 min
4,6 out of 5 stars (207 recensioni)
Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Mirta è una giovane donna moldava trapiantata a Roma in cerca di lavoro. Alle spalle si è lasciata un mondo di miseria e sofferenza, e soprattutto Ilie, il suo bambino, tutto quello che ha di bello e le dà sostegno in questa vita di nuovi sacrifici e umiliazioni. Per primo Nunzio, poi la signora Mazzanti, "che si era spenta una notte di dicembre, sotto Natale, ma la famiglia non aveva rinunciato all'albero, ai regali e al panettone", poi Olivia e adesso Eleonora. Tutte persone vinte dall'esistenza e dagli anni, spesso abbandonate dai loro stessi familiari. Ad accudirli c'è lei, Mirta, che non li conosce ma li accompagna alla morte condividendo con loro un'intimità fatta di cure e piccole attenzioni quotidiane.

Ecco quello che siamo, sembra dirci Manzini in questo romanzo sorprendente e rivelatore con al centro un personaggio femminile di grande forza e bellezza, in lotta contro un destino spietato, il suo, che non le dà tregua, e quello delle persone che deve accudire, sole e votate alla fine. "Nella disperazione siamo uguali" dice Eleonora, ricca e con alle spalle una vita di bellezza, a Mirta, protesa con tutte le energie di cui dispone a costruirsi un futuro di serenità per sé e per il figlio, nell'ultimo, intenso e contraddittorio rapporto fra due donne che, sole e in fondo al barile, finiscono per somigliarsi.

Dagli occhi e dalle parole di Mirta il ritratto di una società che sembra non conoscere più la tenerezza. Una storia contemporanea, commovente e vera, comune a tante famiglie italiane raccontata da Manzini con sapienza narrativa non senza una vena di grottesco e di ironia, quella che già conosciamo, e che riesce a strapparci, anche questa volta, il sorriso.
©2016 Chiarelettere (P)2018 Adriano Salani Editore

Altri titoli dello stesso

Narratore

Cosa pensano gli ascoltatori di Orfani bianchi

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    140
  • 4 stelle
    49
  • 3 stelle
    12
  • 2 stelle
    4
  • 1 stella
    2
Lettura
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    138
  • 4 stelle
    46
  • 3 stelle
    9
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    0
Storia
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    127
  • 4 stelle
    45
  • 3 stelle
    12
  • 2 stelle
    5
  • 1 stella
    3

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • daniela
  • 09/09/2018

tragico e veritiero una finestra su un mondo

affacciamoci, entriamo nella vita sacrificata delle nostre badanti e delle loro famiglie...ho sofferto molto leggendolo ma ci può aiutare a essere più umani

4 people found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Amazon Customer
  • 20/02/2020

Uno sguardo diverso

Storia sconvolgente e cruda che induce ad una profonda riflessione su chi ci passa accanto ogni giorno .

1 person found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 17/03/2019

Avvincente e originale. Analizza un problema vero

mi è molto piaciuto e mi ha commosso in più punti per la drammaticità bella situazione.

1 person found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • f.scarni
  • 25/02/2019

dramma profondo

libro ben scritto. fin dall'inizio la protagonista mi ha suscitato una profonda tenerezza sperando per lei in un lieto fine......

1 person found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 03/02/2019

Sicuramente da ascoltare

Ho ascoltato questa triste storia con grande emozione. Dovrebbe essere ascoltata o letta da tutti. In un mondo dove le persone giudicano senza riflettere in base a una razza, al colore o semplicemente per pura ignoranza. Dovremmo soffermarci a pensare che spesso dietro alle vite di queste badanti ci sono sofferenze fatte di fame, miseria e dolori atroci. Riflettiamo gente.. Riflettiamo...

1 person found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Aurora Valletta
  • 29/08/2020

Triste ma necessario

Il dono che ci fa questo libro è quello di poter capire chi è attorno a noi. Il finale fa riflettere. Molto.

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • fulvio
  • 02/08/2020

Amaro

Ho fatto fatica ad ingranare... È un libro crudo, amaro e triste... Qualcuno direbbe come la vita!

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Francesca
  • 30/06/2020

Libro duro e reale

Originale nella forma. Molto reale e crudo nel racconto. Ti prende e permette di analizzare con una semplice storia l'epopea di queste persone che si muovono x un futuro migliore.

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • MAURIZIO
  • 23/04/2020

straniera

apprezzo molto lo scrittore Antonio Manzini per i suoi bei polizieschi scritti in modo conciso ed asciutto. Questo romanzo fuoriesce dal 'giallo' ma mi é piaciuto per la storia particolare e drammatica con un finale che ti lascia molto amaro in bocca.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Fabiola De Franceschi
  • 12/02/2020

Speranza e dolore

Un pugno nello stomaco. E resti senza fiato... bravissimo Manzini in una forma non facile ma riuscitissima.