Ascolta ora gratuitamente con il tuo abbonamento Audible

9,99 € /mese

Dopo 30 giorni, 9,99 €/mese. Cancella quando vuoi.
Ascolta senza limiti migliaia di audiolibri, podcast e serie originali
Disponibile su ogni dispositivo, anche senza connessione
9,99 € al mese, cancelli quando vuoi
  • Riassunto

  • Nuove mappe della storia. Popoli, confini, imperi, civiltà (e una pandemia).

    Il nostro destino è scritto nelle carte geografiche, e nella loro storia. Ogni crisi vicina e lontana ci costringe a capire la fisicità del mondo in cui viviamo. La geografia e la storia come le abbiamo studiate sui banchi di scuola non ci bastano più.

    Dobbiamo guardare "oltre", penetrare il significato nascosto delle carte geografiche, incrociare il paesaggio terrestre con la storia delle civiltà. Ci servono mappe intelligenti per orientarci a capire dove siamo ora, e dove andremo domani.

    La storia antica riappare negli atlanti, come una trama invisibile che si ripete. I grandi imperi di una volta non sono mai del tutto scomparsi, hanno lasciato tracce profonde che continuano a guidarci. Ecco le grandi domande a cui cercheremo risposte.

    Sta finendo l'Impero americano? Finiremo sotto l'egemonia cinese? Qual è il futuro dell'Europa, e quanto peserà la centralità della Germania? Il gigantismo e la fragilità della Russia sono un paradosso? Quali sorprese ci riserverà l'India? Tra miracoli e seduzioni, qual è il futuro del Sudest asiatico?

    Capitolo IV - Russia. Il gigante col complesso d'inferiorità.

    Ho frequentato a lungo la Russia quando ancora era l'Unione Sovietica, e io un giovane comunista. Tempi che ora sembrano remoti ma, a ben vedere, c'è una continuità tra gli zar, Stalin, e Putin.

    Anche per questo, è particolarmente interessante osservare i confini dell'impero zarista al suo apogeo, quelli della "sfera d'influenza sovietica" nella guerra fredda, fino alla Russia di oggi. La Russia è un colosso che si ritiene costretto a minacciare i propri vicini.

    Il suo espansionismo territoriale l'ha portata a occupare una porzione smisurata della superficie terrestre. Dalla terza Roma all'Eurasia, passando per la chiesa comunista, ecco perché oggi Mosca sostiene i populismi occidentali. La Russia sarà mai un paese che potremo considerare "normale"?

    • Episodio 4.1. La capitale del comunismo. Quando Mosca fu il Vaticano rosso.
    • Episodio 4.2. La maledizione del petro-Stato. La rendita energetica corrompe, lo sviluppo arranca.
    • Episodio 4.3. La versione di Putin. Sindrome da accerchiamento.
    • Episodio 4.4. L'ex spia del Kgb. La formazione di Putin nei servizi segreti del comunismo.
    • Episodio 4.5. Il Grande Gioco. Le ambizioni russe: dal Polo Nord all'Asia Centrale.
    • Episodio 4.6. Russiagate e attacco alla Nato. Assange, WikiLeaks, Snowden al servizio di Mosca.
    ©2020 Audible Originals (P)2021 Audible Studios
    Mostra di più Mostra meno
  • La capitale del comunismo - Russia 4.1

    Nuove mappe della Storia - Russia 4.1
    Jan 20 2021

    Nuove mappe della storia. Popoli, confini, imperi, civiltà (e una pandemia).

    Il nostro destino è scritto nelle carte geografiche, e nella loro storia. Ogni crisi vicina e lontana ci costringe a capire la fisicità del mondo in cui viviamo. La geografia e la storia come le abbiamo studiate sui banchi di scuola non ci bastano più.

    Dobbiamo guardare "oltre", penetrare il significato nascosto delle carte geografiche, incrociare il paesaggio terrestre con la storia delle civiltà. Ci servono mappe intelligenti per orientarci a capire dove siamo ora, e dove andremo domani.

    La storia antica riappare negli atlanti, come una trama invisibile che si ripete. I grandi imperi di una volta non sono mai del tutto scomparsi, hanno lasciato tracce profonde che continuano a guidarci. Ecco le grandi domande a cui cercheremo risposte.

    Sta finendo l'Impero americano? Finiremo sotto l'egemonia cinese? Qual è il futuro dell'Europa, e quanto peserà la centralità della Germania? Il gigantismo e la fragilità della Russia sono un paradosso? Quali sorprese ci riserverà l'India? Tra miracoli e seduzioni, qual è il futuro del Sudest asiatico?

    Capitolo IV - Russia. Il gigante col complesso d'inferiorità.

    Ho frequentato a lungo la Russia quando ancora era l'Unione Sovietica, e io un giovane comunista. Tempi che ora sembrano remoti ma, a ben vedere, c'è una continuità tra gli zar, Stalin, e Putin.

    Anche per questo, è particolarmente interessante osservare i confini dell'impero zarista al suo apogeo, quelli della "sfera d'influenza sovietica" nella guerra fredda, fino alla Russia di oggi. La Russia è un colosso che si ritiene costretto a minacciare i propri vicini.

    Il suo espansionismo territoriale l'ha portata a occupare una porzione smisurata della superficie terrestre. Dalla terza Roma all'Eurasia, passando per la chiesa comunista, ecco perché oggi Mosca sostiene i populismi occidentali. La Russia sarà mai un paese che potremo considerare "normale"?

    Episodio 4.1. La capitale del comunismo. Quando Mosca fu il Vaticano rosso.

    Geografia e storia delle idee hanno condizionato i rapporti tra la Russia e l'Europa, Mosca dalla sua conversione originaria al cristianesimo si è investita di un ruolo messianico per la difesa della religione, ha oscillato tra la voglia di inseguire la modernità occidentale e quella di imporre alle altre nazioni un modello morale.

    La mancanza di barriere fisiche ha esposto il paese a frequenti invasioni, tra le più celebri quelle di Napoleone e Hitler. Nell'Europa degli anni Settanta, in piena guerra fredda ricostruisco la delicata crisi degli euromissili nei miei ricordi di giovane comunista.

    Mostra di più Mostra meno
    23 min
  • La maledizione del petro-Stato - Russia 4.2

    Nuove mappe della Storia - Russia 4.2
    Jan 21 2021

    Nuove mappe della storia. Popoli, confini, imperi, civiltà (e una pandemia).

    Il nostro destino è scritto nelle carte geografiche, e nella loro storia. Ogni crisi vicina e lontana ci costringe a capire la fisicità del mondo in cui viviamo. La geografia e la storia come le abbiamo studiate sui banchi di scuola non ci bastano più.

    Dobbiamo guardare "oltre", penetrare il significato nascosto delle carte geografiche, incrociare il paesaggio terrestre con la storia delle civiltà. Ci servono mappe intelligenti per orientarci a capire dove siamo ora, e dove andremo domani.

    La storia antica riappare negli atlanti, come una trama invisibile che si ripete. I grandi imperi di una volta non sono mai del tutto scomparsi, hanno lasciato tracce profonde che continuano a guidarci. Ecco le grandi domande a cui cercheremo risposte.

    Sta finendo l'Impero americano? Finiremo sotto l'egemonia cinese? Qual è il futuro dell'Europa, e quanto peserà la centralità della Germania? Il gigantismo e la fragilità della Russia sono un paradosso? Quali sorprese ci riserverà l'India? Tra miracoli e seduzioni, qual è il futuro del Sudest asiatico?

    Capitolo IV - Russia. Il gigante col complesso d'inferiorità.

    Ho frequentato a lungo la Russia quando ancora era l'Unione Sovietica, e io un giovane comunista. Tempi che ora sembrano remoti ma, a ben vedere, c'è una continuità tra gli zar, Stalin, e Putin.

    Anche per questo, è particolarmente interessante osservare i confini dell'impero zarista al suo apogeo, quelli della "sfera d'influenza sovietica" nella guerra fredda, fino alla Russia di oggi. La Russia è un colosso che si ritiene costretto a minacciare i propri vicini.

    Il suo espansionismo territoriale l'ha portata a occupare una porzione smisurata della superficie terrestre. Dalla terza Roma all'Eurasia, passando per la chiesa comunista, ecco perché oggi Mosca sostiene i populismi occidentali. La Russia sarà mai un paese che potremo considerare "normale"?

    Episodio 04.02. La maledizione del petro-Stato. La rendita energetica corrompe, lo sviluppo arranca.

    Superpotenza geostrategica, nano economico, da sempre la Russia si dibatte nelle proprie contraddizioni. La sua volontà di rivincita si scontra con debolezze strutturali, come l'eccessiva dipendenza dalle esportazioni di gas e petrolio.

    Il fallimento della modernizzazione è confermato dalla fuga dei cervelli, e un Pil inferiore a quello della Spagna. Putin, in parte, è l'erede del comunismo, ma ha un modello di valori ben diverso.

    Mostra di più Mostra meno
    26 min
  • La versione di Putin - Russia 4.3

    Nuove mappe della Storia - Russia 4.3
    Jan 22 2021

    Nuove mappe della storia. Popoli, confini, imperi, civiltà (e una pandemia).

    Il nostro destino è scritto nelle carte geografiche, e nella loro storia. Ogni crisi vicina e lontana ci costringe a capire la fisicità del mondo in cui viviamo. La geografia e la storia come le abbiamo studiate sui banchi di scuola non ci bastano più.

    Dobbiamo guardare "oltre", penetrare il significato nascosto delle carte geografiche, incrociare il paesaggio terrestre con la storia delle civiltà. Ci servono mappe intelligenti per orientarci a capire dove siamo ora, e dove andremo domani.

    La storia antica riappare negli atlanti, come una trama invisibile che si ripete. I grandi imperi di una volta non sono mai del tutto scomparsi, hanno lasciato tracce profonde che continuano a guidarci. Ecco le grandi domande a cui cercheremo risposte.

    Sta finendo l'Impero americano? Finiremo sotto l'egemonia cinese? Qual è il futuro dell'Europa, e quanto peserà la centralità della Germania? Il gigantismo e la fragilità della Russia sono un paradosso? Quali sorprese ci riserverà l'India? Tra miracoli e seduzioni, qual è il futuro del Sudest asiatico?

    Capitolo IV - Russia. Il gigante col complesso d'inferiorità.

    Ho frequentato a lungo la Russia quando ancora era l'Unione Sovietica, e io un giovane comunista. Tempi che ora sembrano remoti ma, a ben vedere, c'è una continuità tra gli zar, Stalin, e Putin.

    Anche per questo, è particolarmente interessante osservare i confini dell'impero zarista al suo apogeo, quelli della "sfera d'influenza sovietica" nella guerra fredda, fino alla Russia di oggi. La Russia è un colosso che si ritiene costretto a minacciare i propri vicini.

    Il suo espansionismo territoriale l'ha portata a occupare una porzione smisurata della superficie terrestre. Dalla terza Roma all'Eurasia, passando per la chiesa comunista, ecco perché oggi Mosca sostiene i populismi occidentali. La Russia sarà mai un paese che potremo considerare "normale"?

    Episodio 4.3. La versione Putin. Sindrome da accerchiamento.

    La narrazione ufficiale descrive una potenza beffata dall'Occidente dopo la caduta del Muro di Berlino, isolata e penalizzata dall'allargamento dell'Unione europea e della Nato.

    La svolta avviene nelle elezioni russe del 2011: quando l'America denuncia brogli, il leader di Mosca si convince che Obama trami ai suoi danni per fomentare una "rivoluzione arancione" che lo cacci. La sua controffensiva si svolge nell'elezione presidenziale americana del 2016.

    Mostra di più Mostra meno
    27 min

Sintesi dell'editore

Nuove mappe della storia. Popoli, confini, imperi, civiltà (e una pandemia).

Il nostro destino è scritto nelle carte geografiche, e nella loro storia. Ogni crisi vicina e lontana ci costringe a capire la fisicità del mondo in cui viviamo. La geografia e la storia come le abbiamo studiate sui banchi di scuola non ci bastano più.

Dobbiamo guardare "oltre", penetrare il significato nascosto delle carte geografiche, incrociare il paesaggio terrestre con la storia delle civiltà. Ci servono mappe intelligenti per orientarci a capire dove siamo ora, e dove andremo domani.

La storia antica riappare negli atlanti, come una trama invisibile che si ripete. I grandi imperi di una volta non sono mai del tutto scomparsi, hanno lasciato tracce profonde che continuano a guidarci. Ecco le grandi domande a cui cercheremo risposte.

Sta finendo l'Impero americano? Finiremo sotto l'egemonia cinese? Qual è il futuro dell'Europa, e quanto peserà la centralità della Germania? Il gigantismo e la fragilità della Russia sono un paradosso? Quali sorprese ci riserverà l'India? Tra miracoli e seduzioni, qual è il futuro del Sudest asiatico?

Capitolo IV - Russia. Il gigante col complesso d'inferiorità.

Ho frequentato a lungo la Russia quando ancora era l'Unione Sovietica, e io un giovane comunista. Tempi che ora sembrano remoti ma, a ben vedere, c'è una continuità tra gli zar, Stalin, e Putin.

Anche per questo, è particolarmente interessante osservare i confini dell'impero zarista al suo apogeo, quelli della "sfera d'influenza sovietica" nella guerra fredda, fino alla Russia di oggi. La Russia è un colosso che si ritiene costretto a minacciare i propri vicini.

Il suo espansionismo territoriale l'ha portata a occupare una porzione smisurata della superficie terrestre. Dalla terza Roma all'Eurasia, passando per la chiesa comunista, ecco perché oggi Mosca sostiene i populismi occidentali. La Russia sarà mai un paese che potremo considerare "normale"?

  • Episodio 4.1. La capitale del comunismo. Quando Mosca fu il Vaticano rosso.
  • Episodio 4.2. La maledizione del petro-Stato. La rendita energetica corrompe, lo sviluppo arranca.
  • Episodio 4.3. La versione di Putin. Sindrome da accerchiamento.
  • Episodio 4.4. L'ex spia del Kgb. La formazione di Putin nei servizi segreti del comunismo.
  • Episodio 4.5. Il Grande Gioco. Le ambizioni russe: dal Polo Nord all'Asia Centrale.
  • Episodio 4.6. Russiagate e attacco alla Nato. Assange, WikiLeaks, Snowden al servizio di Mosca.
©2020 Audible Originals (P)2021 Audible Studios

Cosa pensano gli ascoltatori di Nuove mappe della storia 4

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    20
  • 4 stelle
    5
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Lettura
  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    20
  • 4 stelle
    2
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Storia
  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    19
  • 4 stelle
    4
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Alfredo
  • 16/07/2021

Interessante e coinvolgente

Federico è sempre coinvolgente, da una visione e punti di vista storico e geografico molto interessante. Consiglio

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Leandro zenobi
  • 10/05/2021

Stavolta mi ha deleso

Ritengo Rampini il migliore giornalista italiano vivente...ma stavolta oltre ad essere ripetitivo in alcuni passaggi ha una narrativa russofoba estrema avallando tesi senza reali fondamenti come l' ingerenza russa sulle elezioni Usa o il convolgimento su Assange

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Davide Galli
  • 25/01/2021

Affascinante affresco

Affascinante affresco di un mondo complesso e variegato, ritratto con efficacia nella sua complessità. Federico Rampini conduce a stimolanti interrogativi mediante analisi equilibrate e non banali, non viziate da pregiudizi ideologici nell'una o nell'altra direzione.