Ascolta ora gratuitamente con il tuo abbonamento Audible

9,99 € /mese

Dopo 30 giorni, 9,99 €/mese. Cancella quando vuoi.
Ascolta senza limiti migliaia di audiolibri, podcast e serie originali
Disponibile su ogni dispositivo, anche senza connessione
9,99 € al mese, cancelli quando vuoi
Acquista ora a 1,95 €

Acquista ora a 1,95 €

Paga usando carta che finisce per
Confermando il tuo acquisto, accetti le Condizioni d'Uso di Audible e l'Informativa sulla Privacy di Amazon. Tasse dove applicabili.

Sintesi dell'editore

Con il progetto Favole a Teatro Fonderia Mercury vuole raccogliere e valorizzare il patrimonio di storie rappresentato dal teatro ragazzi italiano, un movimento che da decenni partecipa con i suoi racconti alla formazione di centinaia di migliaia di ragazzi di tutte le età. Favole a Teatro vuole proporre alcune eccellenze della produzione degli ultimi anni traducendole in audio, offrendo così a giovani e famiglie una possibilità di ascolto diffusa e svincolata dall'esperienza, più o meno occasionale, dell'andare a teatro.

Il percorso legato ad Favole a Teatro inizia nella seconda metà del 2019 con l'avvicinamento ad un teatro storico quale Accademia Perduta - Romagna Teatri. Fonderia Mercury ha saputo individuare e coinvolgere questa realtà da 40 anni attiva nel teatro per l'infanzia, con decine di produzioni all'attivo e impegnata nella gestione di stagioni teatrali e festival. Una vera e propria istituzione, che ha accolto con grande interesse la novità rappresentata dal mondo dell'audio.

A questo grande teatro si sono aggiunte poi varie compagnie teatrali, testimonianza di un linguaggio particolarmente legato alla grande tradizione della narrazione orale e quindi particolarmente adatto alla creazione di contenuti audio. Si è trattato di un lavoro di ricerca e selezione capillare, fondamentale per tutelare la qualità del prodotto finale e garantire un'offerta varia sia dal punto di vista artistico, sia relativamente alle fasce d'età di riferimento degli spettacoli.

Insieme ai due teatri già citati, hanno dunque risposto al progetto anche quattro compagnie: Inti, Armamaxa Teatro, Compagnia Burambò e Compagnia Factory, che ci hanno permesso di individuare all'interno del loro repertorio i 10 titoli di Favole a Teatro.

Il progetto è entrato quindi in produzione nell'autunno 2019, quando Fonderia Mercury ha cominciato a supervisionare l'adattamento audio e la registrazione degli spettacoli. Un processo che si è concentrato sul mettere al centro il potere evocativo della parola e la capacità di creare immagini attraverso il racconto, i suoni e le musiche.

Mattia e il nonno

Mattia e il nonno è un piccolo capolavoro scritto da Roberto Piumini. In una lunga passeggiata nonno e nipote si preparano al distacco imparando che non basta desiderare per ottenere qualcosa, ma bisogna provare e non smettere mai di cercare. Un lavoro che insegna a vivere la perdita come trasformazione e a comprendere il ciclo della vita.

Di: TONIO DE NITTO

Tratto dal romanzo omonimo di: ROBERTO PIUMINI

Letto da: IPPOLITO CHIARELLO

Regia e adattamento di: TONIO DE NITTO

Musiche originali di: PAOLO COLLETTA

Coprodotto da: Factory compagnia transadriatica e Fondazione Sipario Toscana

In collaborazione con: Nasca Teatri di Terra

©2020 Audible Originals (P)2020 Audible Studios

Cosa pensano gli ascoltatori di Mattia e il nonno

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 3.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    2
  • 4 stelle
    2
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    2
Lettura
  • 3.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    3
  • 4 stelle
    1
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    2
Storia
  • 3.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    4
  • 4 stelle
    0
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    2

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Valentina V
  • 10/08/2021

Scrivo a difesa dell'autore su "tranne io"

Scrivo questa recensione per difendere la correttezza grammaticale della locuzione "tranne io", non genericamente ma nel caso in questione. Quando il pronome personale dopo tranne corrisponde al soggetto della frase si usano a volte le forme soggetto: ecco un esempio (“Tutta Terralba venne sulla riva a vederle, tranne io che non lo sapevo”; Italo Calvino, Il visconte dimezzato, 1952); in questo contesto la scelta di io si può giustificare perché il pronome sarebbe logicamente il soggetto di venne.
Nel caso specifico: tutti piangevano (...) tranne io che sono il nipote più piccolo.

  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 19/02/2021

Tranne io??!??

Non so può ascoltare il seguito dell'audiolibro se all'inizio senti un "Tranne io"... Mi spiace, probabilmente ci potrei riprovare, ma è troppo