Ludwig Wittgenstein

Scuola di filosofie 2. XX secolo
Durata: 58 min
5 out of 5 stars (83 recensioni)
Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Dopo il grande successo di ascolti e recensioni della prima stagione di "Scuola di Filosofie", Maura Gancitano e Andrea Colamedici completano la lista dei più importanti pensatori del XX secolo con 20 nuovi imperdibili autori.

Lo scopo della "Scuola di Filosofie" è pratico: non troverai un riassunto delle migliori pensate, ma la loro filosofia verrà messa alla prova nei campi di gioco del mondo esteriore e dei mondi interiori, nelle strade aperte della città e nelle dinamiche quotidiane della tua vita, perché è proprio nelle piazze e tra le persone che è nata e prosperata la filosofia.

Maura Gancitano e Andrea Colamedici sono filosofi, scrittori e fondatori del progetto Tlon. Hanno scritto quattro libri insieme, l'ultimo è "Liberati dalla brava bambina" (HarperCollins Italia 2019).

In questa puntata dedicata a Ludwig Wittgenstein entriamo nelle molte vite bizzarre e geniali del pensatore e ingegnere austriaco, che ha impiegato tutte le proprie forze per aiutare la filosofia a uscire dalle proprie sabbie mobili, accompagnandola infine verso l'indicibile.

©2019 Audible Originals (P)2019 Audible Studios

Cosa pensando gli ascoltatori di Ludwig Wittgenstein

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    75
  • 4 stelle
    4
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    1
Lettura
  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    63
  • 4 stelle
    2
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    1
Storia
  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    60
  • 4 stelle
    5
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    1

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • quatipua
  • 25/01/2020

Wittgenstein e Castaneda

Grazie per avermi dato un nuovo punto di vista attraverso il quale guardare entrambi: Wittgenstein e Castaneda.
Ora ho più chiaro l'intento di chi tace ciò che non si può dire perché ha gettato la scala solo dopo esservi salito.
Ho letto Wittgenstein d'istinto, comprendendo i pensieri che avevo a mia volta pensato e ascoltando questa lezione ho più volte sorriso.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 28/07/2019

spaziale

è stato un viaggio stupendo attraverso un personaggio che dai tempi della scuola era rimasto "intradotto" per me e difficilmente collocabile sul trono di ceramica della defecazione ma che ora ha (e avrà) acquisito il suo meritato spessore

1 person found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Davide
  • 10/07/2019

Sacro e Profano

Eccezionale. La distinzione tra Dicibile e Indicibile è assolutamente illuminante, e credo che questo serva moltissimo nella vita di ognuno.

1 person found this helpful

  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • Alessandro P.M.
  • 25/10/2019

Imbarazzante

Ho sentito bene? Wittgenstein "omogeneo" a Meher Baba, a Gurdjieef, a Sri Aurobindo? Oddio...
E' vero che in questo mondo in cui c'è chi crede alla Terra piatta, alla nocività dei vaccini e alle scie chimiche c'è posto per tutti, ma ridurre la filosofia e la logica a mistificazione, beh... lasciamo stare. Del resto avrei dovuto capire il tenore di questi "corsi", vista l'eterogeneità dei nomi scelti fra i "filosofi" del XX secolo (Doris Lessing? Fabrizio De André? Carla Lonzi? Pier Paolo Pasolini? Senza nulla togliere a questi grandi intellettuali, ma cosa c'entrano con un corso di filosofia?).
Mi rimetto dunque alla settima proposizione del Tractatus wittgensteiniano: "Su ciò di cui non si può parlare si deve tacere".
Ecco, lo suggerisco caldamente ai due conduttori, ai quali - se possibile - consiglio anche un eloquio meno "ansiogeno" per chi ascolta. Se c'è una cosa che la filosofia dovrebbe trasmettere è la tranquillità dell'animo. Seneca docet.