Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Sense and Sensibility fu il primo romanzo pubblicato nel 1811, in tre volumi, la cui autrice rimaneva anonima (By a Lady). Il romanzo ha per tema il contrasto tra la ragione di Elinor e l'emotività di Marianne, due sorelle,. Per una gran parte del romanzo la narrazione, che segue Elinor, prende chiaramente la difesa della razionalità e dell’assennatezza, ma questo poi diviene meno scontato e la srittrice si interroga sinceramente fra i due atteggiamenti nell’affrontare le delusioni della vita. Pertanto il libro è tuttora attuale, come lo è questo tipo di contrasto nella mente umana.

Inoltre il sottile umorismo dell’autrice nel trattare i temi delle relazioni amorose ne fanno una antesignana del genere "Chick lit", in cu si ironizza su romanticherie e sdolcinatezze.[2]Il testo è stato più volte rimaneggiato e adattato per testi televisivi e cinematografici.

Cornice musicale: Per Elisa di Ludwig Van Beethoven.

Public Domain (P)2012 Silvia Cecchini

Cosa ne pensano gli iscritti

Valutazione media degli utenti

Totali

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    6
  • 4 stelle
    0
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Interpretazione

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    5
  • 4 stelle
    0
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Storia

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    4
  • 4 stelle
    1
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Ordina per:
  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Chiara Palmiero
  • 27 01 2018

All'altezza delle aspettative

Il libro è bellissimo. Mi piace l'ambientazione e lo stile della Austen. Quel mondo lontano ma attuale e vicino fatto di animo umano e relazioni interpersonali mi affascina sempre.
C'è il momento per piangere e quello per ridere, per stupirsi e per ghignare di cinicità. Fantastico.
L'interpretazione è assolutamente all'altezza.
Fra un capitolo e l'altro ci sono circa 10 secondi di stacchetto musicale, che è sempre un pezzettino di "per Elisa"... e che poteva anche non esserci... non mi ha entusiasmato, ma si sopporta e fa un po' ambientazione... avrei preferito non ci fosse, ma non mi ha rovinato l'ascolto.

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione