Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Amalia Guglielminetti ha pubblicato queste poesie nel 1909, in cui la rima dolce e musicale narra incontri, illusioni, delusioni, sentimenti.“Quella che va sola” è la protagonista di queste poesie dolceamare, la voce di una donna che non si è venduta all'ipocrisia, né ha smesso di sognare l'amore, ma che non ha mai smesso di vivere intensamente, a costo di scottarsi.Ecco le parole stesse della poetessa: “La mia voce non ha rombo di mare...ma il sussurro che par fruscio di gonne....io non volli cantar, volli parlare,/ e dir cose di me, di tante donne,...E amara è pur la mia voce talvolta,...come quando a un'amica si confida/qualche segreto di malinconia/e si ha paura ch'ella ne sorrida.”Cornice musicale di John Ireland.

Public Domain (P)2014 Silvia Cecchini

Cosa ne pensano gli iscritti

Non ci sono recensioni disponibili