Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

I due ussari fu scritta nel 1856. Il titolo originale era "Padre e figlio" ma fu poi cambiato. Il racconto si svolge in fatti in due periodi diversi, a venti anni di distanza, in cui i due protagonisti sono padre e figlio, e con loro due generazioni a confronto; parallelamente a due personaggi femminili a confronto (anche in questo caso madre e figlia). Calvino osservava che i due Turbin (il più anziano probabilmente si ispirava ad un parente dell'autore) appartenevano rispettivamente alla generazione che aveva sconfitto Napoleone ai primi dell'Ottocento e a quella che nel 1848 aveva represso le rivoluzioni in Polonia e Ungheria. La contrapposizione fra i due non è ispirata a un generico rimpianto del passato, ma a un bilancio dei costi del progresso. Scriveva infatti nel primo capitolo Tolstoj:« Molto di bello e molto di brutto, fra quanto era vecchio, era sparito, molto di bello, fra quanto era nuovo, s'era sviluppato, e molto, anzi molto di più - fra quanto era nuovo - incapace di sviluppo, mostruoso, aveva fatto la sua comparsa sotto il sole ».Cornice musicaledi Balakirev.

Public Domain (P)2015 Silvia Cecchini

Cosa ne pensano gli iscritti

Valutazione media degli utenti

Totali

  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    2
  • 4 stelle
    4
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Interpretazione

  • 3 out of 5 stars
  • 5 stelle
    0
  • 4 stelle
    4
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    2

Storia

  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    3
  • 4 stelle
    3
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Ordina per:
  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Interpretazione
    1 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Andrea
  • 04 06 2018

Mancanza totale di sentimento

La narratrice mi ricorda quelle compagne di classe della seconda elementare che per far vedere quanto erano brave leggevano velocissime qualsiasi testo senza capire cosa leggevano. Un po' di sentimento, diamine!!!