Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Un percorso tragico, attraverso tre fotografie. Sullo sfondo la coda del terrorismo e degli anni di piombo.

1968: Stefano ha sei anni e attraverso l'ingenuità dei suoi occhi di bambino racconta la Rimini del boom economico. Le case in affitto ai turisti d'estate e le epiche fatiche con gli ultimi caldi per imbottigliare la conserva di pomodoro. Una mamma stanca e nervosa, un papà triste.

1973: Ursula è una bambina un po' schiva. È scappata dal Cile degli orrori di Pinochet perché il suo papà lavorava per il presidente Allende. Ursula racconta a Stefano di un mondo lontano che si fa reale.

1994: Ci sono un altro mare, il Tirreno, in Liguria, a Laigueglia, e un altro bambino in questa storia. Un bambino troppo piccolo per raccontare. Lo fa nonna Anna, la mamma di Stefano, che ora deve crescere da sola il piccolo Ernesto. "Sei il figlio di due genitori - scrive la nonna Anna - sei figlio del tuo tempo e di come le persone in quel tempo sono state. Forse di saperlo non te ne farai nulla. Ma del non saperlo, te ne faresti ancora meno."
©2014 Antonio Tombolini Editore (P)2017 Antonio Tombolini Editore

Cosa ne pensano gli iscritti

Valutazione media degli utenti

Totali

  • 4,0 di 5
  • 5 stelle
    0
  • 4 stelle
    1
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Interpretazione

  • 4,0 di 5
  • 5 stelle
    0
  • 4 stelle
    1
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Storia

  • 4,0 di 5
  • 5 stelle
    0
  • 4 stelle
    1
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Ordina per:
  • Totali
  • Interpretazione
  • Storia
  • Lucia
  • 12 01 2018

Uno sguardo al recente passato

Un piccolo ritaglio della vita degli ultimi 50 anni visti attraverso gli occhi di un bambino, che cresce acquisendo una forte consapevolezza sociale.