Cathy Freeman: I'm free (Olimpicamente)  Audiolibri

Cathy Freeman: I'm free (Olimpicamente)

Ascolta gratis per i primi 30 giorni

Iscriviti ora
  • Ascolta senza limiti oltre 13.000 audiobook e serie audio
  • Scarica sul tuo smartphone e tablet e ascolta anche offline
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a €9,99 al mese

Sinossi

Che cosa pensa un atleta mentre compie un'azione sportiva? Quali sono le parole che passano nella testa di chi sta correndo una maratona, lanciando un peso, lottando in vasca per vincere la medaglia d'oro alle Olimpiadi? Ecco da cosa parte "Olimpicamente". Perché tutti i racconti, anche quelli di sport, nascono con la voglia di rispondere ad alcune domande.

25 settembre 2000, stadio olimpico di Sydney. Finale dei 400 mt femminili. 112000 spettatori, centododicimila presenti, una finale che per l'Australia assume un significato particolare. Può essere la finale della riconciliazione, può essere la finale della restituzione, del superamento di una storia di razzismo, di segregazione, di isolamento nei confronti della popolazione Aborigena.

In quella corsia larga solo 1 metro e 20 centimetri, non c'era solo un'atleta , Cathy Freeman, ma dovevano stare insieme le ragioni di un popolo, offeso, quasi cancellato e allo stesso tempo doveva pure entrarci il tentativo di riconciliazione.

Musiche originali: Gianluigi Carlone. Adattamento e regia: G. Sergio Ferrentino.

©2015 Fonderia Mercury (P)2015 Fonderia Mercury

Info Titolo