Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

L'hanno soprannominato il "cannibale di Milwaukee", ma questo termine può descrivere soltanto parzialmente le azioni di Jeffrey Dahmer. Dopo il suo arresto, in quella che è stata subito ribattezzata "la casa dell'orrore", vennero infatti ritrovati quattro busti umani, due teste all’interno del freezer, altre due nel frigorifero, sette teschi e una decina di peni all’interno di una pentola, più una botte piena di ossa e carne umana in dissolvimento.

Tra il 1978 e il 1991 Jeffrey Dahmer ha violentato, ucciso, smembrato e in parte mangiato 17 persone. E fino al giorno dell'arresto non c'era nemmeno un'indagine in corso su di lui, nessuno sospettava minimamente che a Milwaukee circolasse indisturbato un assassino seriale.

L'epopea del serial killer più bestiale della storia americana è una miscela esplosiva di fatti e sensazioni che turbano nel profondo e che ci pongono di fronte a inquietanti interrogativi: com’è potuto accadere tutto ciò? Dove può arrivare l'abisso della mente umana? Ma, soprattutto, c’era un modo di evitare questa tragedia?

©2021 LA CASE Books (P)2021 LA CASE Books

Cosa pensano gli ascoltatori di Jeffrey Dahmer

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    8
  • 4 stelle
    1
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    2
Lettura
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    6
  • 4 stelle
    2
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    2
Storia
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    7
  • 4 stelle
    0
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    1

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Elisabetta Passagrilli
  • 28/03/2021

Racconto da brividi

Racconto di fatti scioccanti e impressionanti. Dispiace solo che ci abbiano meesso così tanto a scoprirlo.

1 person found this helpful

  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Filippo Sassi
  • 02/05/2021

Inascoltabile

Interpretazione inutilmente enfatica da attore degli anni '20, dizione inesistente, il lettore legge troppo veloce per dare pathos ma si mangia le parole.
Pessimo

  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 28/04/2021

analisi superficiale

In questo libro manca la capacità dell'autore di mettere insieme tutto e giungere ad una conclusione. Al contrario si buttano nel calderone tante testimonianze parziali senza trarre alcuna ipotesi o avanzare teorie, manca uno sguardo generale.

L'ho trovato anche superficiale perchè si basa troppo sulle testimonianze dei genitori, loro stessi troppo disturbati e con ridotte capacità sociali, per capire la situazione e parlarne con onestà.

Il padre era un piromane, questo tipo d'interesse è legato ad un forte desiderio di controllo, lo stesso desiderio si ritrova nel figlio che vuole dei partner zombie di cui disporre a piacere.

La madre poi è una depressa costantemente sotto morfina, il padre è sempre via e questo delinea una situzione di grave negligenza dove il bambino è lasciato a se stesso. I genitori poi sono distaccati e freddi, ciechi ai bisogni del figlio e incapaci di comunicare normalmente con lui o di vederlo. Jeffrey è quindi cresciuto con genitori negligenti e anaffettivi che litigavano continuamente anche in modo violento. Questa mancanze di cure e affetto unito ad una genetica negativa( il padre era un piromane e fantasticava di uccidere) e ad un clima familiare nocivo ha poi creato il "mostro". Questo aspetto non viene approfondito nel libro dando troppo spazio alle testimonianze dei genitori che si giustificano sempre "cadendo dalle nuvole" anche a causa della loro completa incapacità di capire il figlio e vedere i suoi bisogni occupandosi di lui. Sono persone con ridotta empatia e senza autoconsapevolezza, la loro testimonianza è alquanto sterile e spesso menzognera ( come quando la madre dice che il clima familiare in casa era sereno).

Sarebbe stato meglio basarsi su altri fonti più attendibili e obiettive come per esempio la testimonianza di insegnanti, compagni di scuola, vicini di casa.. o persone comunque equilibrate.

Trovo anche che si sopravalutino le capacità di ingannare di Dahmer che spesso se l'è cavata più per la pigrizia e la negligenza degli agenti più che per sue doti naturali. Allo stesso modo i suoi genitori non si sono accorti di niente perchè avevano loro stessi una ridotta capacità di conoscere e capire gli altri e perché erano fortemente negligenti nei confronti del figlio. Poi certo gli psicopatico sono freddi peché hanno una ridotta capacità di prevedere gli effetti delle loro azioni ma lui comunque è stato aiutato dall'incapacità della gente attorno a lui.

Nel complesso è una storia mediocre e raccontata male.

  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
  • AmazonCri
  • 29/03/2021

mah

niente di nuovo o particolare. letto malissimo tra l'altro. Finito a fatica e per fortuna che è breve!

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • valeria
  • 26/03/2021

Una storia terrificante

Storia terrificante, fa gelare il sangue nelle vene. Ottima la narrazione e la ricostruzione storica dell’intera vicenda.