Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

La Galli holding ha provato a espandersi. Ha vinto un appalto, i lavori inizieranno presto, ma la stretta delle banche si fa sempre più feroce. Il vecchio proprietario rischia molto a causa di imperscrutabili regole bancarie, di tassi di interesse che gli lievitano sotto gli occhi e di finanzieri senza scrupoli, e con il signor Galli rischiano anche i suoi dipendenti: muratori, ingegneri, manovali, contabili.

L'avvocato Pugliatti è a un punto morto della sua carriera. Troppo idealista, s'è così bruciato i clienti migliori, mentre i privati che continuano a rivolgersi a lui finiscono spesso per non pagare la parcella. La crisi economica attanaglia anche loro, come l'intera società: è il denaro, ormai, a mancare, drenato quasi tutto nelle pance delle banche, che fanno affari su affari speculando sui proventi del lavoro reale delle aziende.

>> Questo audiobook in edizione integrale vi è offerto in esclusiva per Audible ed è disponibile solamente in formato audio digitale.
©2016 Baldini&Castoldi Srl (P)2016 Audible GmbH

Altri titoli dello stesso

Cosa ne pensano gli iscritti

Valutazione media degli utenti

Totali

  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    11
  • 4 stelle
    2
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Interpretazione

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    8
  • 4 stelle
    4
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Storia

  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    11
  • 4 stelle
    1
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Ordina per:
  • Totali
    4 out of 5 stars
  • Interpretazione
    4 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Marco
  • 22 01 2018

Banche, speculazioni... un bel giallo

Un giallo particolare, quello di Caliceti, nel panorama della narrativa italiana. Si racconta di banche, speculazioni commerciali, Libia e mafia, Lussemburgo e avvocati senza scrupoli. Una narrazione che si districa tra l'intreccio vero e proprio e la spiegazione di alcuni elementi di finanza per poter comprendere quello che sta accadendo. Se leggere un trattato di economia è per me quanto più noioso ci possa essere, Caliceti riesce bene a spiegare alcuni dei concetti della finanza senza appesantire eccessivamente il racconto e il quadro che ne viene fuori risulta assolutamente credibile. Il narratore ha fatto un buono lavoro a livello di ritmo e di interpretazione, anche se talvolta, specialmente nelle spiegazioni di cui sopra, la voce risulta un poco artefatta (d'accordo che si sta uscendo dalla trama tout court, però un minimo di brio in più non avrebbe guastato a mio avviso). Sicuramente un ascolto non semplice per chi è totalmente a digiuno di scienze economiche, ma certamente un'ottima introduzione a questo mondo. Senza svelare nulla, molto preziosa la penultima scena del romanzo che vede il protagonista a dialogo con un collega: parole molto attuali e terribili nella loro sincerità.