Debito (A come Austerity 4)

Letto da: Stefano Lepri
Durata: 20 min
4,2 out of 5 stars (15 recensioni)
Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Qualcuno ricorda il programma della Rai degli anni Settanta dedicato alla vita nelle campagne italiane e intitolato "A come Agricoltura"? Sulla falsariga di quel titolo, Stefano Lepri, editorialista economico della Stampa, racconterà ogni settimana una lettera dell'economia: si comincia con Austerity, si continua con Banche, Capitalismo, Debito, fino alla fine dell'alfabeto.  

Siamo alla lettera "D" come Debito. E sapete che nell'economia globale non ci sono mai stati tanti debiti come adesso? O che uno dei primi ad affrontare un'importante crisi di debito fu l'imperatore romano Tiberio, il quale fece qualcosa di non dissimile dai governatori e banchieri centrali dopo il crac di Lehman Brothers?  

>> Questo podcast vi è offerto grazie alla collaborazione esclusiva tra Audible e La Stampa.

©2018 GEDI News Network S.p.a. (P)2018 GEDI News Network S.p.a.

Cosa pensano gli ascoltatori di Debito (A come Austerity 4)

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    9
  • 4 stelle
    4
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    2
Lettura
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    8
  • 4 stelle
    2
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    2
Storia
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    8
  • 4 stelle
    3
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    2

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 16/06/2020

Tremendo

ho avuto la cattiva idea di scaricare tutti i documenti narrati da il signor Lepri non conoscendolo assolutamente mai mi interessavano i documenti e pertanto l'ho scaricati. sto facendo tanta fatica a terminar lì in quanto i contenuti li ritengo ridicoli così trattati ma il narratore è veramente tremendo con tutti i suoi saliscendi di tono e con la sua r moscia che non Gli permettono di essere un ottimo lettore sicuramente sarà migliore come giornalista spero.... Ma la colpa Maggiore la do ad audible in quanto conoscendo il narratore non doveva permettere assolutamente di porlo come narratore stesso. non mi fido più di voi