Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Nella solitudine delle foreste e dei ghiacciai alpini si svolge l'avventura esistenziale della giovane guardia forestale Barnabo, custode, insieme ad alcuni compagni, di una polveriera in alta montagna.

In seguito all'attacco di alcuni banditi la polveriera viene espugnata e il comandante delle guardie ucciso. Barnabo, che aveva abbandonato il posto di guardia, viene radiato dal corpo e costretto ad abbandonare la montagna per andare a lavorare in pianura. Ma il giovane continua a sognare le vette e il suo riscatto.

©2020 The Italian Literary Agency S.r.l. (P)2021 Audible Studios

Cosa pensano gli ascoltatori di Bàrnabo delle montagne

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    13
  • 4 stelle
    8
  • 3 stelle
    3
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    0
Lettura
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    17
  • 4 stelle
    4
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    1
Storia
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    13
  • 4 stelle
    8
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    0

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Davide
  • 08/06/2021

Lettura Magistrale

lettura magistrale solo per la voce andrebbe ascoltato fino in fondo un libro bello leggero ma molto interessante complimenti

  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Fede
  • 03/06/2021

Accento meridionale per Buzzati?

Barnabo delle montagne è un’importante opera giovanile di Dino Buzzati. I temi della sua poetica sono già ricorrenti in questo bellissimo racconto. Fondamentale è l’ambientazione in una montagna che facilmente si riconosce come quella bellunese, che comprende anche toponimi di luoghi e nomi di persone che non possono assolutamente essere letti con accento meridionale. Sarebbe come far leggere Sciascia o Verga da un veneto che non abbia studiato dizione con profitto, un risultato nemmeno ridicolo. Pessima scelta quindi quella di questo lettore, non sarebbe servito Mauro Corona ma non credo che sarebbe stato impossibile trovare un lettore adeguato, almeno senza accenti. Un vero peccato