Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Questo audiolibro è dedicato ad adolescenti e adulti, perché possano imparare ad uscire dal proprio "guscio protettivo" e affrontare il mondo, per superare e vincere le insicurezze e le paure.

Oplà, un magico fanciullo dallo zainetto pieno di cristalli che risolvono ogni situazione difficile, insegna a Thomas la forza dell'amicizia, dei sentimenti puri e della fiducia incondizionata, accompagnandolo a vivere delle avventure fantastiche e ad incontrare personaggi che, grazie a loro due, riusciranno ad acquistare fiducia in sé stessi e a superare quelli che sembravano limiti e ostacoli invalicabili.

Seguendo Thomas e Oplà nelle loro avventure scoprirai che il mondo non è poi così insidioso, perché tutto è possibile quando si guarda con gli occhi del cuore...
©2017 Federica Sala (P)2017 Federica Sala

Cosa ne pensano gli iscritti

Valutazione media degli utenti

Totali

  • 1 out of 5 stars
  • 5 stelle
    0
  • 4 stelle
    0
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    1

Interpretazione

  • 1 out of 5 stars
  • 5 stelle
    0
  • 4 stelle
    0
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    1

Storia

  • 1 out of 5 stars
  • 5 stelle
    0
  • 4 stelle
    0
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    1
Ordina per:
  • Totali
    1 out of 5 stars
  • Interpretazione
    1 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • Luca S.
  • 04 07 2018

Uno dei peggior libri

Leggo abbastanza e mi piacciono anche libri per ragazzi, nonostante i miei 40 anni. Mi piacciono anche i libri per bambini, ho un figlio di 3 anni e quindi li conosco bene.

Però questo libro è di un linguaggio talmente infantile e povero che risulta addirittura antipatico, una mancanza di contenuti così evidente che non la riesco neppure a descrivere, una noia frustrante dal primo minuto fino all’ultimo che ha dell’incredibile.

E l’interpretazione è perfettamente in linea con la storia: voce che risulta un misto di segreteria telefonica e bambino stanco.

Mi scuso quindi con autore e interprete per aver forse urtato il loro ego, ma davvero avrei voluto scrivere molto di peggio per quanto ho sofferto nell’ascoltare questa mezz’ora di inutilità